banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheAuto elettrica low cost: il leasing sociale è già sold-out!

    Auto elettrica low cost: il leasing sociale è già sold-out!

    Su richiesta dell’attuale Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, desideroso di rendere i veicoli elettrici accessibili alle famiglie con reddito più basso, in una dichiarazione congiunta con i ministri della quinta Repubblica, ha annunciato l’emanazione di un decreto che introduce un programma di leasing sociale entrato in vigore il primo gennaio 2024. 

    Cos’è il leasing sociale?

    Il sistema si configura come un noleggio a lungo termine (almeno di tre anni e rinnovabile), con o senza opzione di acquisto di un’auto elettrica fino a 12.000 km/anno, senza costi aggiuntivi, pagando mensilmente 100 €, una cifra che potrebbe essere inferiore a seconda del modello di veicolo. 

    Chi può averne diritto?

    Le regole per usufruire del leasing a lungo termine di un veicolo elettrico sono le seguenti:

    • Essere maggiorenne e avere il luogo di domicilio in Francia.
    • Il familiare deve possedere un reddito fiscale inferiore a 15.400 euro annui.
    • Abitare a più di 15 km dal luogo di lavoro e usare il veicolo personale per arrivarci.
    • Percorrere in auto, 8.000 chilometri all’anno, nell’ambito della propria attività professionale.
    • Nel caso di un lavoratore dipendente, il datore deve fornire un certificato che giustifichi la distanza. Se non si è un lavoratore dipendente, si deve fornire una dichiarazione giurata e la prova dell’affiliazione ad un sistema di previdenza sociale per l’anno in corso.

    Quali sono i modelli che ne hanno diritto?

    Le regole per l’ammissibilità delle auto sono quelle del nuovo bonus ecologico, ovvero il modello deve raggiungere il punteggio ambientale minimo. Il prezzo dell’automobile 100€ elettrica deve essere inferiore o uguale a 47.000 euro, il suo peso inferiore a 2,4 tonnellate e in definitiva, fornisce un elenco più che esaustivo:

    Abarth 500e, Audi Q4 45 e-tron, BMW i4, iX1, iX2, Citroen e-C4, e-C4 X, e-Berlingo, Jumpy Space Tourer, Cupra Born, DS 3 Crossback, Fiat e-Doblo, Nuova 500e, 600e, E-Ulysse, Hyundai Kona, Jeep Avenger, Mercedes EQA, EQB, EQT, Mini Cooper SE, Nissan Townstar, Leaf, Opel Combo-e, Astra-e, Corsa-e, Mokka-e, Zafira-e Life, Peugeot e-Rifter, e-308, e-208, e-2008, Expert Traveller, Renault Zoe, Twingo, Megane E-Tech, Scenic E-Tech, Kangoo E-Tech, Skoda Enyaq, Enyaq Coupé, Smart Fortwo, Tesla Model Y, Toyota Proace City Verso Electric, Volkswagen eUp!, ID.3, ID.4, ID.5, ID.7, Volvo C40, XC40, ecc..

    L’offerta è aperta anche ai modelli elettrici usati o a veicoli tradizionali che hanno ricevuto una riqualificazione elettrica ma solo se la loro prima immatricolazione non supera 3 anni e 6 mesi.

    Costa veramente solo 100 €?

    La soglia simbolica fissata dal governo è 100 € al mese ma ogni produttore ha diritto a proporre le sue offerte, con la possibilità di essere ben al di sotto di questa cifra. La Twingo, ad esempio, parte da 40 € al mese e si può arrivare fino a 150 € per i modelli più grandi, così da non limitare tale manovra alle sole city car. Lo Stato prevede un aiuto molto generoso che copre un primo canone maggiorato. Con il bonus e un premio aggiuntivo il boost può arrivare a 13.000 euro.

    Manutenzione e assicurazione sono incluse?

    No, non lo sono, si tratta di servizi opzionali obbligatori che vengono aggiunti al noleggio dell’auto. Quindi si fa veloce ad aumentare il costo dei 100 € al mese ma l’offerta resta comunque vantaggiosa. Certi marchi come ad esempio Renault, fanno offerte che includono la manutenzione. Essendo un noleggio, si richiede di prestare attenzione anche a fine contratto alle spese di ripristino del veicolo nel caso di danni e graffi alla carrozzeria.

    Dove trovare l’auto?

    Il leasing sociale viene effettuato direttamente con società di noleggio autorizzate, chiaramente si tratta di concessionarie. I venditori quindi si occupano delle procedure come per un noleggio tradizionale e consegnano il veicolo al cliente.

    C’è un limite al numero di richieste?

    La piattaforma di registrazione aperta dal14 dicembre delle 2023 ha iniziato ad accettare gli ordini dal 1 gennaio 2024 ma con una formula così attraente il successo è stato immediato e il numero delle richieste ha superato di gran lunga il limite previsto dal governo francese (20.000 o 25.000 automobilisti). Domenica 7 gennaio, sul giornale generalista La Tribune Dimanche, la Ministra della Transizione energetica Agnès Pannier-Runacher ha confermato il grande successoSono stati più di un milione i collegamenti sul sito del leasing sociale. 80.000 persone hanno chiesto di essere ricontattate quando saranno pronti i primi contratti. La priorità è data a chi ha bisogno dell’auto per andare al lavoro”.

    La nostra opinione

    Lo Stato non potrà certo rispondere favorevolmente a tutte queste innumerevoli richieste dal momento che il governo ha previsto una dotazione di 300 milioni di euro per il leasing sociale e si prevede quindi una lista selettiva per poter accedere a tale manovra.


    Esprimete il vostro giudizio su questa operazione francese e se pensate possa mai essere realizzata in Italia.

    Fonte

     


    Alan Murarotto
    Alan Murarotto
    tecnico meccatronico, formatore automotive, professionista della mobilità. Aiuto i lettori a districarsi nel labirinto delle dinamiche che governano la transizione energetica, dalla burocrazia agli aspetti legati alla guida di veicoli elettrici e non solo, con accenni tecnici per una visione a 360°.

    L’hypercar OWL di Aspark diventa l’EV più veloce del mondo con 438,7 km/h

    C'è una nuova hypercar elettrica a dar fastidio a Tesla e Rimac, la giapponese Aspark OWL, con l'aiuto dell'italiana Manifattura Automobili Torino, ha...

    Fiat Grande Panda, il crossover elettrico da meno di 25.000 Euro

    La "cugina" della Citroën ë-C3 sta arrivando. Fiat ha presentato la Grande Panda. Design squadrato che ricorda il vecchio e inimitabile Pandino.

    E-mobility, bisogna dotarsi di un estintore?

    L'incendio di un veicolo ibrido o elettrico può avere conseguenze drammatiche e ciò rende obbligatorio equipaggiarsi di un estintore.