banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeInfrastrutture di ricaricaBe Charge – Le tariffe di ricarica aggiornate | Giugno 2024

    Be Charge – Le tariffe di ricarica aggiornate | Giugno 2024

    In questa pagina indicheremo le tariffe sempre aggiornate del gestore di ricarica Be Charge che fa capo a Plenitude.
    Questa società, come già accennato in altri nostri articoli, è soggetta alla direzione e al coordinamento di Eni e gestisce la ricarica pubblica delle proprie stazioni di ricarica sul territorio nazionale.

    Applicazione e modalità di ricarica

    Be Charge permette di poter ricaricare tramite la sua app, scaricabile ed utilizzabile sulle varie piattaforme dei device mobili tramite la loro pagina web, su diverse migliaia di colonnine sparse sul territorio nazionale e, grazie ai vari accordi di interoperabilità, anche su gran parte dei Paesi facente parte dell’Unione Europea.
    Prevede, oltre alla ricarica a consumo, con tariffe differenziate tra ricarica lenta e veloce, anche delle carte prepagate che permettono di abbassare il costo del singolo kWh di energia ricaricata.

    Le tariffe a consumo

    Le ricariche, come già detto, possono essere effettuate sia utilizzando delle carte prepagate che a consumo, per queste ultime i costi si differenziano in base alla tipologia di ricarica (AC Corrente alternata, DC corrente continua) e alla potenza impegnata nella stazione di ricarica (quindi se caricate ad una HPC da 300 kW ma la vostra auto carica a 100 kW pagherete per la massima potenza disponibile alla stazione e non per quella prevista dalla vostra automobile).

    Attualmente le tariffe, dopo le ultime variazioni, sono le seguenti:

    Per maggiore chiarezza riporto anche la spiegazione delle sigle indicate:

    AC: punti di ricarica in corrente alternata (Tipo 2 e Tipo3a)
    FAST DC: punti di ricarica in corrente continua con potenza fino a 75 kW (CHAdeMO e CCS Combo 2)
    FAST+ E ULTRAFAST (DC): punti di ricarica in corrente continua con potenza superiore a 75 kW

    N.B.: Le prese AC su colonnine Fast, Fast+ e Ultrafast seguono la tariffa della colonnina su cui sono installate (per esempio, se si ricarica ad una presa Type 2 AC su una colonnina Fast il prezzo non sarà 0,65 €/kWh, ma 0,85 €/kWh)

    I prezzi sopra riportati si applicano esclusivamente alle ricariche effettuate presso le colonnine di proprietà di Be Charge.

    I prezzi applicati per le ricariche effettuate presso le colonnine di altri operatori potrebbero essere diversi: controlla su app la tariffa applicata ad ogni presa, prima di avviare la sessione.
    Il prezzo previsto per la ricarica a consumo presso le colonnine di proprietà di operatori terzi viene in ogni caso definito da Be Charge.
    Il prezzo previsto per la ricarica a consumo presso le colonnine di operatori terzi potrebbe essere diverso rispetto al prezzo applicato per la ricarica a consumo delle colonnine di Be Charge.
    I prezzi a consumo applicati dagli altri operatori presso le proprie colonnine di ricarica potrebbero essere inferiori o superiori rispetto a quelli applicati da Be Charge per la ricarica presso le medesime colonnine

    Le tariffe con le carte prepagate

    Se si ricarica spesso presso i punti di ricarica pubblici oppure si sta programmando un viaggio è bene considerare di optare per una carta prepagata che consente di poter abbassare il costo dell’energia.
    È possibile ricaricare il borsellino direttamente in App con carta di credito, la scadenza è 6 mesi dalla data di acquisto e consentono di poter usufruire di un pacchetto di kWh a seconda delle differenti esigenze personali.

    in questo modo si può usufruire di uno sconto sulle tariffe indicate che varia dal 3% della Be Card 50 fino al 13% della Be Card 150.

    Tariffa di occupazione della colonnina al termine della ricarica

    Vorrei anche porre l’attenzione che al termine della ricarica, se non si scollega l’auto entro il tempo indicato sull’app, solitamente entro massimo un’ora, si può incorrere nell’addebito di una tariffa di occupazione la quale varia dai 0,12 € al minuto per le colonnine in AC fino ai 0,30 € al minuto per le colonnine Fast+ e Ultrafast passando per i 0,20 €/minuto per le colonnine Fast.

    Ricordo anche che, per le sole colonnine in AC, le penali non vengono applicate dalle 23:00 alle 7:00.

    La card RFID

    In ultimo, vi ricordiamo che è possibile richiedere, tramite app, una o più card RFID per poter ricaricare, alle condizioni che avete sottoscritto, senza utilizzare il vostro smartphone.
    La card ha un costo di 10 €, può essere richiesta direttamente dall’app e vi sarà recapitata direttamente a casa.


    Se avete sottoscritto un abbonamento con Be Charge potete raccontarci la vostra esperienza qui sotto nei commenti o nel nostro canale Telegram.

     


    Salvatore Perna
    Salvatore Perna
    Classe 1975, dal 2010 Elettronauta a tutti gli effetti, presidente di “Mobilità Elettrica Roma e non solo…”, comitato per la promozione della mobilità elettrica e delle energie sostenibili, esperto in sistemi di ricarica per veicoli elettrici.

    Terribile verità: Rischi e inquinamento di auto elettriche e termiche!

    Quando si parla di auto elettriche e inquinamento, molti di voi pensano ancora che inquinino più delle auto termiche, il che, vi assicuriamo, è sbagliatissimo.

    Hyundai presenta la nuova Inster EV, la piccola elettrica a prezzi accessibili

    Hyundai sta mostrando le prime immagini della sua nuova Inster EV prima del suo debutto ufficiale. La citycar elettrica dovrebbe essere l'ultima EV economica ad arrivare sul mercato.

    Nissan pronta a lanciare la nuova generazione della Leaf a Sunderland con una produzione di prova da agosto

    Nissan pronta a lanciare la nuova generazione della Leaf con una produzione di prova da agosto, la casa giapponese avvierà la produzione in serie a marzo 2025