banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAmbienteBloomberg: I BEV sono più green degli ICE

    Bloomberg: I BEV sono più green degli ICE

    Il dibattito scientifico sulla sostenibilità ambientale dei veicoli elettrici puri (BEV: battery electric vehicle) rispetto a quelle delle tradizionali auto termiche (ICE: internal combustion engine), ossia a combustione, si arricchisce di un nuovo studio da parte di BloombergNEF, che ha pubblicato un rapporto dettagliato sulle emissioni del ciclo di vita dei veicoli elettrici, esaminando tutto, dalle emissioni di produzione delle batterie, a quelle di generazione di elettricità attuali e previste, alle tempistiche di ricarica (diurna o notturna), ed altri parametri.

    Emissioni totali dei veicoli ice e bev utilizzati per 250. 000km (fonte: bloomberg) | elettronauti. It
    Emissioni totali dei veicoli ice e bev utilizzati per 250 000km fonte bloomberg | elettronauti It

    Le conclusioni? Sempre le stesse!

    Il nuovo studio di Bloomberg giunge sempre alla stessa conclusione di quasi tutti gli altri studi indipendenti: i veicoli elettrici hanno emissioni nel ciclo di vita inferiori rispetto ai veicoli a combustione interna, anche di oltre il 70% rispetto alle auto a benzina e diesel. Tali emissioni dipendono dalle fonti di produzione di energia; ad esempio in Cina, dove viene utilizzato ancora molto carbone come fonte energetica, i veicoli elettrici hanno complessivamente emissioni inferiori di circa il 27%, rispetto al 71% del Regno Unito, dove il carbone è stato in gran parte rimpiazzato da fonti rinnovabili nel mix di generazione. Ciò per quanto riguarda il presente. Nel futuro, infatti, grazie alla continua aggiunta di nuova capacità di generazione da fonti rinnovabili, il divario a favore dei veicoli elettrici aumenterà ulteriormente. Qui il piano di TERNA per quanto riguarda l’Italia. BNEF stima che un veicolo elettrico prodotto negli Stati Uniti avrà emissioni inferiori dopo un anno di guida, nel 2030 (mentre in Cina lo sarà dopo poco più di quattro anni, in base al trend attuale). Un concetto interessante che viene espresso dal report è il seguente: mentre il profilo delle emissioni di un veicolo a combustione interna rimane invariato quando esce dalla fabbrica, i veicoli elettrici possono continuare a diventare più green nel tempo.

    Caricare di giorno o di notte?

    Un altro interessante concetto emerso dallo studio è la differenza tra le emissioni derivanti dalla ricarica durante il giorno e quella notturna. Infatti, ad oggi, molti fornitori di elettricità e di servizi di ricarica per i veicoli BEV offrono tariffe in base al tempo di utilizzo che spingono di fatto la ricarica alle ore notturne.

    La ricarica durante il giorno può far risparmiare molte emissioni (fonte: bloomberg) | elettronauti. It
    La ricarica durante il giorno può far risparmiare molte emissioni fonte bloomberg | elettronauti It

    Ma poiché la produzione solare aumenta rapidamente nella maggior parte dei paesi, la ricarica diurna dei veicoli elettrici diventerà sempre più interessante sia dal punto di vista delle emissioni sia da quello economico, poiché i prezzi dell’energia vengono spinti più in basso durante queste ore. Qui dovrebbe intervenire lo Stato, la politica, delineando delle norme che indirizzino l’utilizzo dei clienti da un lato, e l’offerta degli operatori dall’altro, delle infrastrutture di ricarica durante le ore centrali della giornata, quelle più soleggiate. Infine, il report avverte che, nel dibattito scientifico sulle emissioni del ciclo di vita dei veicoli, la maggior parte degli studi (compresi quelli di BNEF, peraltro!) non includono le emissioni derivanti dalla raffinazione e dalla distribuzione di benzina e diesel per le auto a combustione. Includendo quelle, il divario a favore dei veicoli BEV aumenterebbe ulteriormente.

    Elettronauti. It - seguici su google news

    Fateci sapere come giudicate voi l’informazione che viene data nei Media generalisti.

    Fonte

     


    Emanuele Oggioni
    Emanuele Oggioni
    Analista finanziario, curioso di natura, Tesla owner e appassionato di e-mobility.

    L’hypercar OWL di Aspark diventa l’EV più veloce del mondo con 438,7 km/h

    C'è una nuova hypercar elettrica a dar fastidio a Tesla e Rimac, la giapponese Aspark OWL, con l'aiuto dell'italiana Manifattura Automobili Torino, ha...

    Fiat Grande Panda, il crossover elettrico da meno di 25.000 Euro

    La "cugina" della Citroën ë-C3 sta arrivando. Fiat ha presentato la Grande Panda. Design squadrato che ricorda il vecchio e inimitabile Pandino.

    E-mobility, bisogna dotarsi di un estintore?

    L'incendio di un veicolo ibrido o elettrico può avere conseguenze drammatiche e ciò rende obbligatorio equipaggiarsi di un estintore.