banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheBYD sceglie l'Ungheria per il suo primo impianto in Europa

    BYD sceglie l’Ungheria per il suo primo impianto in Europa

    Build Your Dreams (BYD), la casa automobilistica cinese in corsa per superare Tesla come leader mondiale delle vendite, ha messo a punto una strategia chiave per raggiungere questo obiettivo: l’espansione nell’Unione Europea (UE).

    Meno di due mesi dopo l’annuncio dei piani di BYD per ampliare la produzione di veicoli elettrici passeggeri in Europa, è stato confermato che la prima tappa di questa ambiziosa mossa sarà in Ungheria.

    Solo tre anni sono trascorsi dal debutto di BYD nel mercato europeo, con un inizio in Norvegia.

    Da allora, l’azienda ha fatto progressi significativi nel consolidare la sua presenza, trasformandosi da marchio relativamente sconosciuto in Europa a possibile leader globale delle vendite di veicoli elettrici a batteria (BEV) entro il 2023, superando il pioniere di lunga data, Tesla.

    Byd seal | elettronauti. It
    Byd seal | elettronauti It

    BYD: espansione EV globale

    Nell’ultimo anno, BYD ha presentato nuovi modelli di veicoli elettrici per competere con Tesla in tutto il mondo, concentrando particolarmente gli sforzi nel mercato europeo, sebbene la produzione rimanesse concentrata in Cina fino a questo momento.

    Nonostante un’indagine da parte dell’UE sulle importazioni di veicoli elettrici cinesi, BYD ha mantenuto saldamente la sua posizione e la sua determinazione nell’espansione europea, con l’obiettivo di diventare uno dei leader del settore nella sua categoria.

    Evitando di continuare a importare veicoli e affrontare le critiche dei governi locali, BYD ha intrapreso la ricerca di potenziali partner per la produzione in Europa già l’anno scorso, annunciando ufficialmente i piani per stabilire la propria presenza lo scorso novembre, mantenendo il suo impegno nella crescita globale.

    Oggi è stato confermato che i primi veicoli elettrici costruiti in Europa vedranno la luce in Ungheria, segnando un passo significativo nella strategia di espansione di BYD nel mercato europeo.

    Ungheria in pole position

    BYD sta costruendo il suo primo impianto europeo nella città ungherese di Szeged, con la prospettiva di creare migliaia di posti di lavoro. La struttura prevede di produrre 200.000 veicoli all’anno, includendo BEV e ibridi plug-in, sfruttando gli incentivi governativi ungheresi.

    L’investimento è indicato come uno dei più significativi nella storia economica del paese, ma la tempistica per l’apertura dell’impianto deve ancora essere stabilita.

    Con l’obiettivo di raggiungere una quota di mercato del 10% in Europa entro il 2030, BYD continua la sua espansione nel continente dopo aver venduto 13.000 veicoli fino a novembre 2023.

    Elettronauti. It - categoria byd

    E voi che ne pensate?

    Via

     


    Lukasz Otreba
    Lukasz Otreba
    Sono un programmatore e curioso di qualsiasi cosa dalla nascita. Appassionato di auto e tecnologia.

    Al Nürburgring BYD sfida Ferrari con l’EV da 1.200 CV

    La nuova BYD Yangwang U9 è stata ripresa mentre sfrecciava al Nürburgring. La nuova supercar elettrica lascerà la Ferrari nella polvere, forse.

    La nuova Concept BST di Polestar. Debutto mondiale a Goodwood

    Polestar partecipa ancora una volta all'annuale Festival of Speed di Goodwood ed espone diversi modelli attuali e concept, tra questi il Concept BST.

    Urso: non servono incentivi all’elettrico ma al Made in Italy!

    Gli incentivi per auto elettriche 2024 sono andati esauriti in 24h. Ciò ha portato molti a farsi delle domande. Tra questi anche il ministro del Made in Italy.