banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheCina e NEV, 66 miliardi di euro a sostegno di questa categoria...

    Cina e NEV, 66 miliardi di euro a sostegno di questa categoria di veicoli

    Il governo cinese ha recentemente annunciato di voler investire altri 520 miliardi di yen per rafforzare ulteriormente le vendite di veicoli NEV o New Energy Vehicle che comprendono i veicoli elettrici (EV) a batteria, gli ibridi plug-in benzina-elettrici e i veicoli a idrogeno a celle a combustibile.

    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Le banconote cinesi da 100 yuan in una macchina contatrice di una banca commerciale a pechino cina | elettronauti It

    Introdotte per la prima volta nel 2014, gli sgravi fiscali mirano a incoraggiare i consumatori cinesi a scegliere veicoli puliti rispetto ai veicoli a combustione interna ed è una strategia che negli anni ha dato i suoi frutti.

    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Lannuncio di mercoledì 5 luglio 2023 segna la quarta estensione della politica cinese di agevolazioni fiscali per i nev | elettronauti It

    Il nuovo piano per sostenere il mercato dei mobilità elettrica è il più grande mai varato dal governo di Pechino. I produttori hanno rapidamente abbassato i prezzi, come Tesla che ha proposto la Model 3 a 229.900 yuan (meno di 32.000 €).

    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Tesla al china auto forum di shanghai | elettronauti It

    Altri hanno seguito l’esempio e questo ha contribuito a rilanciare il mercato e il governo ha quindi seguito le orme dei costruttori con l’estensione dell’esenzione fiscale .

    Niente più dubbi sulle ambizioni della Cina

    Per inciso, questa estensione dell’aiuto non è banale, è stata progettata per incoraggiare i consumatori cinesi a scegliere veicoli puliti rispetto ai veicoli a combustione interna.

    Xu Hongcai, viceministro delle finanze in Cina, ha affermato che l’esenzione fiscale per l’acquisto di veicoli a nuova energia Nev, sarà estesa almeno fino alla fine del 2027.

    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Cina un nuovo piano a sostegno del mercato dei nev | elettronauti It

    Nel 2024 e nel 2025, gli acquirenti saranno completamente esentati dall’imposta sugli acquisti, che attualmente è pari al 10% con un risparmio fino a un limitato 30.000 yuan (3.800 euro) per veicolo. Nel 2026 e nel 2027, questa tassa sarà esentata fino al 50%.

    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Xu hongcai viceministro delle finanze parla in una conferenza stampa a pechino | elettronauti It
    no più veicoli elettrici e prorogare l'esenzione dall'imposta sugli acquisti è una politica di sostegno a medio termine per l'industria. Non solo questa iniziativa rilancerà la domanda da parte dei consumatori, ma stimolerà anche notevolmente il miglioramento industriale, imprimendo slancio all'economia.
    Xu Hongcai, vice ministro delle finanze
    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Il vice ministro dellindustria e dellinformation technology xin guobin parla in una conferenza stampa a pechino | elettronauti It
    La Cina rafforzerà la cooperazione aperta di alto livello nel campo dei NEV e sosterrà le aziende cinesi legate all'industria dei NEV per investire e creare fabbriche all'estero.
    Xin Guobin, vice ministro del Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’ informazione, mercoledì 5 luglio, in una conferenza stampa
    66 miliardi di euro a sostegno delle nev | elettronauti. It
    Tutte le auto elettriche del marchio renault saranno prodotte in francia | elettronauti It

    Mentre cresce la concorrenza delle auto elettriche cinesi, il direttore generale del gruppo Renault, Luca de Meo, durante una intervista al giornale La Tribune, spiega i motivi che lo hanno spinto a produrre in Francia tutte le auto elettriche del marchio. Mentre prima del suo arrivo nel 2020, la politica del gruppo era piuttosto quella di internazionalizzare la produzione. Il CEO chiede regole di reciprocità tra Cina ed Europa, misure per migliorare la competitività e la costituzione di un ecosistema favorevole allo sviluppo dell’auto elettrica.


    Il governo europeo, seguirà l’esempio della Cina? Continuerà a proporre delle agevolazioni per l’acquisto delle BEV? La nostra industria automobilistica sarà all’altezza della sfida contro il gigante asiatico?

    Fonte

     


    Alan Murarotto
    Alan Murarotto
    tecnico meccatronico, formatore automotive, professionista della mobilità. Aiuto i lettori a districarsi nel labirinto delle dinamiche che governano la transizione energetica, dalla burocrazia agli aspetti legati alla guida di veicoli elettrici e non solo, con accenni tecnici per una visione a 360°.

    A Parigi è stata inaugurata la prima corsia con ricarica dinamica a induzione

    Parigi: il 17° arrondissement di Parigi ha inaugurato la prima corsia dotata di un dispositivo di ricarica dinamica a induzione in un'area urbana.

    Porsche rallenta la produzione della Taycan

    Porsche rallenta la produzione della Taycan, puntando sulla nuova Macan EV, che già dal lancio ha fatto registrare migliaia di ordini.

    Monopattini: ecco le proposte al codice della strada

    Monopattini: Il termine per presentare emendamenti al disegno di legge che modifica il codice stradale, attualmente in esame presso la commissione Ambiente..