banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAmbienteCop28 - Numero uno di Exxon: "Basta parlare di petrolio e gas,...

    Cop28 – Numero uno di Exxon: “Basta parlare di petrolio e gas, concentrarsi su riduzione delle emissioni”

    Queste le parole di Darren Woods, amministratore delegato di Exxon Mobil, alla Cop28 svoltasi a Dubai nella settimana passata. 

    Le parole del dirigente sarebbero scioccanti se non venissero dal manager di una delle compagnie petrolifere più grandi al mondo e ovviamente restie ad adottare politiche green. 

    Le trattative dell’Onu su come limitare il cambiamento climatico si sono concentrate troppo a lungo sull’energia rinnovabile, trascurando il ruolo dell’idrogeno e dei biocombustibili.
    Darren Woods al Financial Times

    In pratica come ogni buon oste promuove il suo vino. Invocando a concentrarsi su misure atte alla riduzione delle emissioni e non a ostentare le fonti fossili.

    Le stesse fonti fossili che hanno permesso alla società petrolifere di chiudere il 2022 con 55 miliardi di dollari di profitti, i più alti di sempre.

    Le stesse fonti fossili che direttamente e indirettamente provocano la maggior parte delle emissioni globali di CO2.

    Exxon Mobil lo aveva previsto 50 anni fa

    Strano ma vero, ma alcuni ingegneri Exxon avevano già predetto negli anni ’70 gli effetti dell’eccessivo e continuo utilizzo di petrolio e fonti fossili. Quello che fece l’azienda al tempo fu un veloce insabbiamento dello studio. 

    Morale della favola?

    Alla fine mi sa che archivieremo questa Cop28 insieme alle scorse con tanto, tantissimo fumo, e l’arrosto neanche all’orizzonte

    Cop28 - numero uno di exxon: "basta parlare di petrolio e gas, concentrarsi su riduzione delle emissioni" | elettronauti. It
    Darren woods alla cop28 | elettronauti It

    Exxon e la saudita Aramco, insieme ai 50 maggiori produttori di petrolio, si sono impegnati a ridurre le loro emissioni. Ennesimo greenwashing in arrivo? Tipo la pubblicità che negli ultimi tempi ha demonizzato i cavi di ricarica delle auto elettriche a favore del “verde” carburante che rende libere le nostre vetture di inquinare. Ve lo ricordate?

    Trovi il video completo dello spot su Youtube a questo indirizzo.

    La IEA invoca ad azzerare subito gli investimenti nel fossile

    L’Agenzia Internazionale dell’Energia ovviamente si è espressa in maniera contraria a quanto fatto da Woods e le altre aziende petrolifere. Secondo l’agenzia dell’OCSE, queste aziende dovrebbero invece azionari subito nell’investire in soluzioni alternative al fossile. Ma visti i guadagni al rialzo delle aziende petrolifere negli ultimi tempi, difficilmente vedremo questo cambiamento in breve tempo.

    Elettronauti. It - categoria ambiente

    Cosa ne pensate delle varie Cop e di questa Cop28?

    Via

     


    Federico Fumagalli
    Federico Fumagalli
    Sono un appassionato di auto sin dal primo GranTurismo del 1996. Ed è proprio il mio amore per le auto che mi ha spinto ad appassionarmi alle auto elettriche. Il mondo cambia, la tecnologia si evolve, e se si rimane indietro spesso è un male. Tecnologia, mobilità e ambiente saranno i temi di cui vi parlerò. Non dovremo essere d’accordo ma almeno ragionarsi su!

    Al Nürburgring BYD sfida Ferrari con l’EV da 1.200 CV

    La nuova BYD Yangwang U9 è stata ripresa mentre sfrecciava al Nürburgring. La nuova supercar elettrica lascerà la Ferrari nella polvere, forse.

    La nuova Concept BST di Polestar. Debutto mondiale a Goodwood

    Polestar partecipa ancora una volta all'annuale Festival of Speed di Goodwood ed espone diversi modelli attuali e concept, tra questi il Concept BST.

    Urso: non servono incentivi all’elettrico ma al Made in Italy!

    Gli incentivi per auto elettriche 2024 sono andati esauriti in 24h. Ciò ha portato molti a farsi delle domande. Tra questi anche il ministro del Made in Italy.