banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeVolkswagen GroupCupraDalla Formula 1 alla Formula-E

    Dalla Formula 1 alla Formula-E

    Quest’anno l’avvincente Formula-E non si è tenuta a Roma, ma bensì nel celebre circuito di Misano che, grazie alla sua modularità è stato modificato per adattarsi alle esigenze dei veicoli elettrici.
    Il percorso è stato accorciato, per un totale di 3.381 km, poi sono state aggiunte delle chicane, per permettere alle auto di rigenerare il 40% di batteria.

    Matteo ha avuto la possibilità di vivere l’esperienza di questa Formula-E all’interno del box di Cupra ABT ed ha potuto osservare da vicino come i veicoli elettrici in gara non siano così lontani da quelli della F1.
    Al lavoro, all’interno del box Cupra ABT, erano presenti due team, uno per ogni pilota in gara. Piloti, lo svizzero Nico Muller e il brasiliano Lucas di Grassi.

    Dalla formula 1 alla formula-e
    Formula e cupra abt| elettronauti It

    Il ruolo fondamentale degli pneumatici: le parole del CEO di Hankook

    Tra le differenze più importanti, in questa competizione elettrica, in cui non sono previsti Pit-Stop, troviamo gli pneumatici che, svolgono un ruolo fondamentale. Devono essere molto resistenti e si devono poter adattare alle diverse condizioni atmosferiche.

    Matteo Valenza ha avuto l’opportunità di scambiare due parole con Jason Soo Lee, l’amministratore delegato di Hankook, il quale ha affermato di essere consapevole delle esigenze dei veicoli elettrici, quali la bassa rumorosità, la maggiore durata del battistrada e l’elevata aderenza e bassa resistenza al rotolamento. Per questo motivo ha sviluppato iON, l’unico marchio di pneumatici specificamente progettato per i veicoli elettrici attualmente sul mercato in grado di sopportare l’elevata coppia ed accelerazione degli stessi, garantendo fino al 10% in più di stabilità e sicurezza di guida; inoltre, la loro bassa resistenza al rotolamento aumenta significativamente l’autonomia a singola carica dei veicoli elettrici, consentendo loro di coprire distanze di guida più lunghe.

    Dalla formula 1 alla formula-e | elettronauti. It
    Pneumatici hankook formula e | elettronauti It

    I pneumatici iON, sono anche in grado di sopportare il peso aggiuntivo dei veicoli elettrici, dovuto alle batterie, che li rendono fino al 30% più pesanti dei veicoli termici. Inoltre, la capacità degli pneumatici iON, di assorbire le vibrazioni della strada, li rende essenziali per condizioni di guida silenziose, con una riduzione del rumore del 18%.

    In relazione ai piani futuri di Hankook, il CEO ha dichiarato che uno degli obiettivi è di rendere disponibili i loro prodotti nel maggior numero possibile di misure, per soddisfare le richieste del mercato e rendere iON l’unica e migliore scelta per i proprietari di auto elettriche.

    Hankook, per integrare l’impegno alla sostenibilità anche a livello del ciclo produttivo, lavora quotidianamente per aumentare l’utilizzo di materie prime rinnovabili e riciclabili all’interno dei suoi prodotti, compresi gli pneumatici iON, promuovendo un processo di riduzione al minimo degli sprechi di risorse durante la produzione, con la finalità del raggiungimento dell’obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050. Per esempio, vengono utilizzati oli vegetali per la mescola del battistrada, la silice la ricavano dalle ceneri di scarto del riso e usano gusci di anacardi per la resina a base biologica. Altri esempi sono le corde di tessuto realizzate con PET riciclato e il nerofumo estratto per pirolisi ecologica da pneumatici usati.

    Le tecnologie utilizzate da Hankook riducono l’impatto ambientale nell’intero ciclo di vita del prodotto, dalla produzione allo smaltimento, e l’efficacia di queste misure viene regolarmente verificata registrando e analizzando i dati ottenuti durante il processo.

    Le sfide del settore degli pneumatici: le parole del Marketing Manager di Hankook

    Riflettendo con Matteo Valenza sul fatto che, primeggiare nel settore degli pneumatici è una sfida continua e quanto sia difficile farlo percepire ai guidatori elettrici, Stefano Alessiani, il Marketing Manager di Hankook, ha evidenziato l’eccezionalità del brand iON creato da Hankook specificatamente per i veicoli elettrici, definendolo un’eccellenza in termini di prodotto e tecnologia.

    Alessiani ha sottolineato che, ad oggi, Hankook è l’unica casa produttrice ad avere un brand completamente dedicato al mondo EV.
    Ha poi spiegato che lo sviluppo dello pneumatico da strada deriva direttamente da quello realizzato per il Motorsport, in particolare per la Formula-E. L’obiettivo principale che si stanno ponendo è la costruzione rapida della notorietà del brand iON.
    Questo verrà raggiunto attraverso sponsorizzazioni e attività mirate, con l’intento di far percepire al consumatore che iON rappresenta la scelta ideale per la propria auto elettrica. Alessiani ha sottolineato anche che iON contribuisce ad annullare la rumorosità derivata dalla resistenza al rotolamento, migliorando i consumi della batteria e aumentando così l’autonomia. Inoltre, offre una migliore tenuta di strada, compensando il peso aggiunto delle batterie.

    Dalla formula 1 alla formula-e | elettronauti. It
    Formula e cupra abt pneumatici hankook | elettronauti It

    Cupra ABT

    La competizione si è svolta in due giornate: sabato 13 e domenica 14 aprile, durante le quali si sono svolte qualifiche prove libere e gare.

    Lo strabiliante veicolo Cupra in gara misura 5,16 m in lunghezza, 1,7 m in larghezza, 2,97 metri di interasse con un peso strabiliante di soli 856 Kg compreso il pilota.

    Il doppio motore eroga complessivamente una potenza di 350 kW, per non parlare dei picchi di velocità di 320 Km/h che questi veicoli riescono a raggiungere.

    Anteriormente il veicolo è dotato di freni a disco, mentre posteriormente no, in quanto sfrutta la frenata rigenerativa: nello specifico i due motori rigenerano contemporaneamente, anche se la maggior parte del lavoro è svolto da quello posto sull’asse posteriore. Un dato molto impressionante sono i 600 kW di picco di ricarica.
    In realtà i freni a disco sono montati anche posteriormente, ma sono adibiti unicamente a situazioni di emergenza!

    Per quanto riguarda le batterie sono prodotte da Williams e sono a celle prismatiche a litio con chimica NMC, nichel manganese e cobalto, circa la ricarica supportano un picco di addirittura 600 kW, anche se durante la ricarica nei box vengono caricate ad una potenza tra i 40 e i 500 kW a causa anche della loro temperatura molto elevata post gara.

    Le auto elettriche che competono in Formula-E sono comunque alla base delle auto da racing quindi le modifiche che vengono effettuate su di esse hanno l’obiettivo di trovare un setup ottimale per ogni pilota: quindi si lavora per esempio sull’altezza da terra, sulla durezza degli ammortizzatori, sulla pressione degli pneumatici e su tutte le metriche che riguardano il veicolo, ma molto importante in Formula-E è il software e il management della batteria.

    Dalla formula 1 alla formula-e | elettronauti. It
    Team cupra abt formula e | elettronauti It

    Tutte le auto hanno lo stesso telaio, le stesse gomme, gli stessi freni, e la stessa aerodinamica, l’unica cosa che può essere modificata da parte del team è il powertrain: quindi motore, cambio, inverter e il software appunto.

    Elettronauti. It - categoria motorsport elettrico
    Elettronauti. It - seguici su google news

    Secondo Voi, quando le Formula-E saranno in grado di impensierire realmente il “Circus” della Formula 1?

     


    Marta Baisotti
    Marta Baisotti
    Ciao sono Marta, ma per gli amici elettronauti Tammar! Tammar nasce da un mix di curiosità e voglia di mettersi in gioco, che mi hanno guidata verso il mondo della mobilità elettrica!

    Incentivi 2024 | Quanto costa Smart #1?

    Gli incentivi italiani 2024 destinati all'acquisto delle auto elettriche sono alle porte. Ecco quanto costeranno Smart #1 Pro e Pro+.

    Incentivi 2024 | Quanto costa Opel Corsa-e?

    Gli incentivi italiani 2024 destinati all'acquisto delle auto elettriche sono alle porte. Ecco quanto costerà Opel Corsa-e

    Stellantis e Leapmotor lanciano una joint venture per lo sviluppo di veicoli elettrici

    Stellantis e Leapmotor lanciano una joint venture per lo sviluppo di veicoli elettrici, presenterà due nuovi modelli di veicoli elettrici in Europa a settembre.