banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAIElon Musk: potrebbe essere giunta l'ora di uno Smartphone X

    Elon Musk: potrebbe essere giunta l’ora di uno Smartphone X

    Se ne è già parlato tempo fa in ambito tech. Sappiamo tutti che Elon Musk è una persona abbastanza imprevedibile. Oggi dice una cosa e domani ne fa altre tre. In passato aveva già parlato di un possibile Tesla Phone, ma ovviamente sono sempre state indiscrezioni date più dalle “voglie” di indipendenza dell’imprenditore di origine sudafricana che da una reale intenzione dell’azienda americana di produrne uno.

    Adesso le cose potrebbero cambiare invece. Pare che ad Elon Musk non vada per nulla giù l’evoluzione a scopo di lucro che ha avuto una delle sue ex startup, OpenAI. La svolta che il CEO Sam Altman ha dato all’azienda negli ultimi tempi ha progressivamente portato la piattaforma ChatGPT all’interno di prodotti commerciali come le piattaforme di Microsoft, e più di recente è stato presentato su iPhone da Apple con la preview di iOS 18.

    La nascita di Smartphone X?

    Per questo motivo pare che Elon abbia minacciato i propri dipendenti di non poter portare più all’interno delle fabbriche dispositivi Apple.

    Di conseguenza il web si è acceso e sono iniziate le speculazioni sulla possibilità di vedere, ora che i tempi sono forse più maturi per una scelta del genere, uno smartphone da parte di Elon Musk.

    Quando in passato si parlava di smartphone ed Elon Musk, l’associazione veniva fatta con Tesla in quanto azienda di spicco del miliardario. Ora, dopo l’acquisizione di Twitter negli anni scorsi ora rinominato “X”, alcuni utenti dell’omonima piattaforma hanno richiesto allo stesso Elon se ci fosse la possibilità di vedere uno “Smartphone X“. La correlazione inoltre è stata fatta anche con l’azienda Samsung, che fornisce a Tesla i chip FSD. Per questo alcuni utenti hanno pensato che l’azienda coreana potesse aiutare Tesla / X / Elon Musk nella produzione del dispositivo con un ipotetico sistema operativo “X OS”.

    La cosa divertente e preoccupante allo stesso tempo, è che Elon Musk, tramite il suo profilo X, ha risposto ad un utente del social X che il probabile “Smartphone X” in risposta agli “attacchi” di OpenAi con il suo chatbot disponibile sui dispositivi tecnologici di Apple sianot out of the question” quindi non fuori discussione.

    Integrazione verticale anche su uno smartphone

    Tesla è risaputo che possa permettersi di variare molto velocemente durante l’anno alcuni componenti delle sue auto elettriche visto che si produce praticamente tutto in casa. La stessa cosa accade per SpaceX, e potrebbe essere lo stesso anche per un eventuale Smartphone X.

    Dal punto di vista tecnico Elon Musk dovrebbe solo scegliere sotto che brand vendere lo smartphone, a meno di crearne uno nuovo apposito. Per i chip ha già in corso la partnership di fornitura con Samsung, che potrebbe fornirgli anche i display. Il design dei chip Tesla se li fa in casa, quindi potrebbe anche optare per un SoC custom da lei prodotto.

    Per quanto riguarda il sistema operativo la via più breve sarebbe optare per un fork di Android. Sicuramente buoni ingegneri software non gli mancano mettendo insieme chi gestisce il software delle Tesla, chi aggiorna il software di guida autonoma FSD, chi gestisce le missioni e i software dei razzi di SpaceX, ma anche facenti parte di aziende quali Neuralink e xAI. Proprio quest’ultima azienda potrebbe fornire le funzioni AI che ora vanno tanto in voga sui dispositivi mobili, tra cui il chatbot Grok.

    Non per ultimo, da iPhone 14 Pro, introdotto nel 2022, è disponibile la connettività satellitare. Guarda caso ma SpaceX ogni due per tre spedisce in orbita satelliti Starlink in grado di fornire rete internet in tutto il mondo con semplici parabole fornite dall’azienda.

    Elon musk: potrebbe essere giunta l'ora di uno Smartphone X | Elettronauti.it
    Render del tesla phone di antonioderosa design | elettronauti It
    Elettronauti. It - categoria tesla

    Grok di xAI

    Molti hanno pensato che lo smartphone possa integrare il neonato chatbot Grok, della nuova startup xAI di Musk nata proprio quando Elon Musk ha deciso di creare un’alternativa a OpenAI e ChatGPT. Musk infatti è stato il maggior donatore e co-fondatore di OpenAI nel 2015 insieme all’attuale CEO Sam Altman, il presidente Greg Brockman, Reid Hoffman, Jessica Livingston, Peter Thiel, Amazon Web Services, Infosys e YC Research.

    L’iniziale mission di OpenAI però era quella di collaborare liberamente con altre istituzioni e ricercatori rendendo aperti al pubblico i suoi brevetti e le sue ricerche, sviluppando AI a beneficio di tutti senza scopo di lucro. Da quando il CEO Sam Altman ha operato un cambio rotta nel 2018 da non-profit a società a scopo di lucro e a vantaggio di Microsoft, Musk ha iniziato ad avere malumori con il CEO e ha lasciato OpenAI.

    Nell’aprile 2023 lo stesso Elon Musk annuncia il chatbot “TruthGPT“, poi rinominato Grok, descritto come “AI alla massima ricerca della verità che prova a comprendere la natura e l’universo“. Dal novembre 2023 Grok è disponibile per gli utenti con abbonamento Premium della piattaforma social X.

    Elettronauti. It - seguici su google news

    Vorreste vedere uno Smartphone X forse diverso dagli altri nell’ormai vasto panorama smartphone? E nel caso fosse confermato, quanto tempo ci metterà Elon Musk a portarcelo sugli scaffali dei negozi.

    Fonte | Via

     


    Federico Fumagalli
    Federico Fumagalli
    Sono un appassionato di auto sin dal primo GranTurismo del 1996. Ed è proprio il mio amore per le auto che mi ha spinto ad appassionarmi alle auto elettriche. Il mondo cambia, la tecnologia si evolve, e se si rimane indietro spesso è un male. Tecnologia, mobilità e ambiente saranno i temi di cui vi parlerò. Non dovremo essere d’accordo ma almeno ragionarsi su!

    Nuova Dacia Spring 2024, le nostre impressioni di guida

    Dopo avervi elencato tutte le caratteristiche della nuova Dacia Spring 2024 è venuto il momento di scoprire ne nostre prime impressioni sulla piccola citycar.

    Aggiornati i motori elettrici per i primi clienti del Tesla Cybertruck

    Aggiornati i motori elettrici per i primi clienti del Tesla Cybertruck, dopo circa sei mesi dopo il debutto del Cybertruck negli Stati Uniti.

    Ecco la nuova Dacia Spring Electric 2024

    La regina delle citycar elettriche si aggiorna ancora. Attesa nel nostro Paese per l'estate, abbiamo avuto modo di provare per Voi la nuova Dacia Spring.