banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheElon Musk vuole più controllo su Tesla

    Elon Musk vuole più controllo su Tesla

    Elon Musk, la persona più ricca del mondo, con un patrimonio stimato in ben 232 miliardi di dollari a fine dicembre 2023, secondo il Bloomberg Billionaires Index, e addirittura 254 miliardi di dollari secondo Forbes, principalmente grazie alla sue partecipazioni azionarie in Tesla e SpaceX, ha affermato di non avere abbastanza controllo sul principale produttore di auto elettriche al mondo, società di cui è amministratore delegato e principale azionista.

    Elon musk | elettronauti. It
    Elon musk | elettronauti It

    Il messaggio chiaro di Musk su X

    Elon Musk ha affermato di non voler far crescere l’intelligenza artificiale e le capacità di robotica di Tesla senza avere il controllo di almeno un quarto dell’azienda. Musk possiede già il 13% della casa automobilistica (dopo avere cedute delle quote nel 2022 proprio per finanziare l’acquisizione di Twitter, ora ridenominata X). Nel suo post sul social media X, anch’esso di sua proprietà, Musk ha affermato che avrebbe bisogno di controllare almeno il 25%. delle azioni.

    Se ho il 25%, significa che sono influente, ma posso essere scavalcato se il doppio degli azionisti vota contro di me rispetto a me”, ha detto. “Al 15% o meno, il rapporto pro/contro per scavalcarmi rende troppo facile un’acquisizione da parte di interessi dubbi.” “A meno che non sia così, preferirei costruire prodotti al di fuori di Tesla”, ha detto Musk, che ha fondato un’altra società, xAI, che contiene Grok, il rivale di ChatGPT. Del resto, alcuni analisti hanno sottolineato che alcune di queste tecnologie, incluso il supercomputer Dojo di Tesla per addestrare modelli di intelligenza artificiale, sono dei fattori trainanti della valutazione del produttore di veicoli elettrici, Ad esempio, la banca di investimenti Morgan Stanley aveva affermato che Dojo potrebbe aumentare il valore di mercato di Tesla di quasi 600 miliardi di dollari! Nel post successivo, l’imprenditore ha affermato che il Consiglio di amministrazione di Tesla, che include suo fratello Kimbal, è “fantastico” e che sta ritardando un nuovo piano di compensazione fino a quando non verrà emesso un verdetto nella causa legale in corso presso la corte del Delaware (riguardo proprio alla sua remunerazione).

    Gigafactory tesla | elettronauti. It
    Gigafactory tesla | elettronauti It

    No a nuove classi di azioni

    Musk ha detto che gli sarebbe “bene” una struttura di voto a doppia classe, ma gli è stato detto che è “impossibile” da realizzare dopo la quotazione in borsa. “È strano che una folle struttura azionaria multi-classe come quella di Meta, che dà il controllo alle prossime 20 e più generazioni di Zuckerberg, vada bene prima dell’IPO, ma anche una ragionevole doppia classe non è consentita dopo l’IPO,” ha detto, riferendosi al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg.

    Ricordiamo che avere una strutture con classi multiple di azioni significa avere due o più tipi di azioni con diritti di voto diversi: di solito uno con maggiori diritti di voto per i fondatori o i primi investitori e un altro per gli altri azionisti con meno potere di voto.

    Il messaggio di Elon sta facendo salire il titolo, che ora vale 223 dollari per azione, per oltre 700 miliardi di dollari di capitalizzazione. Le azioni Tesla sono scese di circa il 10% da inizio anno, facendo molto meglio dei titoli del settore, e sono aumentate di circa l’80% nelle ultime 52 settimane.

    L’andamento di tesla nell’ultimo anno (fonte: stockanalysis) | elettronauti. It
    Landamento di tesla nellultimo anno fonte stockanalysis | elettronauti It
    Elettronauti. It - categoria tesla

    Voi fareste la stessa cosa nei panni di Elon Musk?

    Fonte

     


    Emanuele Oggioni
    Emanuele Oggioni
    Analista finanziario, curioso di natura, Tesla owner e appassionato di e-mobility.

    Al Nürburgring BYD sfida Ferrari con l’EV da 1.200 CV

    La nuova BYD Yangwang U9 è stata ripresa mentre sfrecciava al Nürburgring. La nuova supercar elettrica lascerà la Ferrari nella polvere, forse.

    La nuova Concept BST di Polestar. Debutto mondiale a Goodwood

    Polestar partecipa ancora una volta all'annuale Festival of Speed di Goodwood ed espone diversi modelli attuali e concept, tra questi il Concept BST.

    Urso: non servono incentivi all’elettrico ma al Made in Italy!

    Gli incentivi per auto elettriche 2024 sono andati esauriti in 24h. Ciò ha portato molti a farsi delle domande. Tra questi anche il ministro del Made in Italy.