carrozzeria musesti
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheConcept / PrototipiHopium Machina Vision: incerto il futuro della limousine ad idrogeno

    Hopium Machina Vision: incerto il futuro della limousine ad idrogeno

    La start-up francese Hopium ha presentato la sua berlina elettrica a celle a combustibile a idrogeno, la Machina Vision, al Salone di Parigi del 2022. Il lancio commerciale del veicolo era previsto per il 2025, con l’obiettivo di dare un impulso alla tecnologia dell’idrogeno in un settore dominato dalle batterie.

    Hopium machina vision: incerto il futuro della limousine ad idrogeno | elettronauti. It
    Salone di parigi 2022 matteo valenza e pasquale regalini | elettronauti It

    Il Crédit Agricole, il più grande gruppo bancario al dettaglio in Francia, ha sostenuto il progetto fin dall’inizio e ha piazzato un ordine di almeno 10.000 unità. L’obiettivo era quello di dotare la sua filiale CA Consumer Finance di una flotta di veicoli sostenibili di alta qualità di origine francese e di offrirli a noleggio.

    Presentazione Hopium al Salone di Parigi 2022

    Cambiano i piani di Hopium per Machina Vision

    Tuttavia, Hopium ha incontrato rapidamente delle difficoltà. A causa delle perdite milionarie subite all’inizio dell’anno, l’azienda ha dovuto cambiare i suoi piani e ha annunciato che si sarebbe concentrata sullo sviluppo della sua cella a combustibile per offrirla ad altri produttori. L’introduzione di un’auto propria è stata rimandata a una data successiva.

    Hopium: incerto il futuro della limousine ad idrogeno | elettronauti. It
    Matteo valenza ripreso da pasquale regalini presenta hopium | elettronauti It

    Per mantenere in vita il progetto, il governo della Normandia, la regione scelta da Hopium per costruire il suo stabilimento, ha approvato qualche mese fa un prestito straordinario di 2 milioni di euro. Ma nonostante il forte sostegno finanziario, sia pubblico che privato, il 19 luglio il produttore ha sospeso i pagamenti. La direzione dell’azienda sottolinea di aver trovato un nuovo sostegno finanziario da Atlas Special Opportunities, che dovrebbe consentirle di proseguire le attività nei prossimi 12 mesi e di sviluppare ulteriormente la sua cella a combustibile.

    Hopium: incerto il futuro della limousine ad idrogeno | elettronauti. It
    Hopium vista tre quarti posteriore | elettronauti It

    L’azienda sottolinea che il periodo di recupero giudiziario le consentirà di continuare i contatti e le discussioni con potenziali partner industriali e commerciali. I partner e i fornitori che manterranno i loro rapporti commerciali con l’azienda durante il periodo di recupero giudiziario saranno pagati tempestivamente per i prossimi servizi e consegne. L’azienda si impegna a presentare un piano con le condizioni più favorevoli per i suoi creditori entro il periodo più breve previsto dalla legge.

    Hopium: incerto il futuro della limousine ad idrogeno | elettronauti. It
    Hopium vista posteriore | elettronauti It

    Il futuro di Hopium e della sua Machina Vision rimane incerto. Nonostante il sostegno del Crédit Agricole e del governo della Normandia, l’azienda si trova ad affrontare notevoli difficoltà finanziarie. Resta da vedere se il nuovo sostegno finanziario di Atlas Special Opportunities sarà sufficiente a tenere a galla l’azienda e a realizzare i suoi ambiziosi piani per una berlina elettrica a idrogeno.

    Leggi il nostro articolo di presentazione pre-produzione

    La Hopium Machina Vision, dotata di un propulsore da 500 CV (368 kW), promette un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi e una velocità massima di 320 km/h. Secondo l’azienda, il veicolo impiega appena 3 minuti per rifornirsi della quantità di idrogeno necessaria per percorrere 1.000 km. Il prezzo stimato è di circa 120.000 euro per unità, ben lontano dai segmenti di mercato più popolari.


    Voi cosa ne pensate di chi continua a sostenere che il futuro è nello sfruttamento dell’idrogeno anche per le vetture? Fateci conoscere la vostra opinione.

    Fonte

    0 0 voti
    Article Rating
    Iscriviti
    Notificami
    0 Commenti
    i feedback inline
    Vedi tutti i commenti
    ARTICOLI SIMILI
    Gianfranco Franzoni
    Gianfranco Franzonihttp://myelectrictales.eu
    Sono un Dinosauro nel Mondo dell'Informatica ed Automotive che ha operato in Italia e negli Stati Uniti ed ora ritirato dalle attività lavorative dedica tutto il proprio tempo supportando la transazione alla mobilità elettrica ed a diffondere le informazioni corrette per salvare ll salvabile in un ambiente compromesso ma in parte recuperabile, iniziando dai comportamenti di ogni singola persona.

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas.

    E se un giorno gli astronauti mangiassero “riso di manzo” coltivato?

    Dalla Corea arriva una nuova invenzione particolare. Si tratta di un ibrido composto da carne di manzo coltivata sui chicchi di riso.

    Scout Motors apre il cantiere statunitense dove costruirà i suoi pick-up off-road completamente elettrici

    Scout Motors ha raggiunto un importante traguardo con l'apertura nella Carolina del Sud del suo futuro centro di produzione di pick-up elettrici.

    La neve per pochi è un emblema del cambiamento climatico in atto

    Se guardiamo la neve, i ghiacciai e le montagne il cambiamento climatico si fa più "consistente" e visibile.
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    581FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    Rivian crolla del 25% in un giorno

    Elon Musk lo aveva predetto, e se parla di BEV va ascoltarlo. Stiamo parlando di Rivian, il produttore di pick-up elettrici, quindi rivale di Tesla Cybertruck.

    Mercedes troppo ottimistica sull’elettrico. Punti di vista?

    L'azienda tedesca Mercedes avrebbe rivisto i piani per il futuro, come già fatto da altre compagnie tedesche quali BMW, Volkswagen e Audi.

    Il lato oscuro del limite dei 30 km/h

    Città a 30 km/h? Non sono tutte rose e fiori. Mettiamo a confronto i risvolti positivi rispetto ai nascosti risvolti negativi.

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni ’20

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni '20, una berlina, un SUV ed una compatta.