banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheIn arrivo gli incentivi auto 2024

    In arrivo gli incentivi auto 2024

    Entro fine Gennaio sarà pronto il DPCM contenente regole e tempi per i nuovi ecobonus riguardanti le autovetture di nuova immatricolazione.

    Il Ministro per le imprese Adolfo Urso conferma una nuova tornata di incentivi volti a svecchiare il parco auto circolante italiano che è uno dei più vecchi d’Europa.

    Nel 2024, gli incentivi auto subiranno importanti novità. Innanzitutto, il fondo a disposizione sarà incrementato di 610 milioni di euro, ai quali si aggiungeranno 320 milioni avanzati dal fondo previsto per il 2023. In totale, quindi, il fondo sarà di 930 milioni di euro.

    L’obiettivo della manovra

    Il Ministero più volte ha manifestato l’intenzione di rimodulare lo schema degli incentivi, privilegiando in misura maggiore auto con motore a benzina, diesel, gpl, metano e ibride non plug-in. Ma i contributi dell’Ecobonus non dovevano servire a riconvertire il parco auto con mezzi a zero o basse emissioni?

    La risposta è sì e resterà così anche nei prossimi anni. Tuttavia la volontà è di puntare a una transizione più graduale, sostenendo nel breve periodo la necessaria sostituzione di veicoli maggiormente inquinanti (quelli con classe di emissione fino a Euro 4) con veicoli di ultima generazione Euro 6, a prescindere dal tipo di alimentazione.

    La questione è molto semplice: gli italiani non sono ancora pronti per una massiccia transizione verso l’elettrico e quindi si cerca comunque di favorire il ricambio con veicoli si termici ma decisamente meno inquinanti di quelli attualmente su strada.

    Lo schema dei prossimi incentivi 2024

    • Tetto massimo degli incentivi portato a 13.750 € contro gli attuali 5.000;
    • più fondi per le auto ICE (benzina, diesel, gpl, metano, full e mild-hybrid) Euro 6;
    • sconti più sostanziosi per le famiglie con ISEE sotto 30.000 € e per chi rottama vetture più vecchie (Euro 0, 1 e 2);
    • riapertura alle società giuridiche, incluse le società di car sharing e autonoleggio che già erano comprese.

    In base a queste anticipazioni, lo schema degli incentivi auto 2024 dovrebbe presentarsi così:

    Schema incentivi auto 2024 | elettronauti. It
    Schema incentivi auto 2024 | elettronauti It crediti ai rispettivi proprietari

    La risposta di UNRAE

    In un comunicato stampa l’Unrae sottolinea come l’Italia sia fanalino di coda tra i maggiori mercati europei con quote ben distanti da quelle registrate negli altri paesi.

    Per questo motivo questo chiede che i fondi inutilizzati tra il 2022 e il 2023 (circa 600 milioni di euro) vengano dirottati sulle prime due fasce, quelle per auto con emissioni tra 0-20 e 21-60 g/km. 

    Andrea Cardinali, Direttore Generale dell’UNRAE, evidenzia come:

    Se non spingiamo il piede sull’acceleratore per accogliere le nuove tecnologie, rischiamo di diventare un mercato di serie B per le Case automobilistiche, privo di attrattiva per gli investitori esteri, che troveranno accoglienza in tutti quei Paesi che invece stanno guidando la transizione in modo spedito.
    Andrea Cardinali, Direttore Generale dell’UNRAE

    Ad ogni modo per l’ufficialità occorrerà comunque aspettare la definizione del nuovo DPCM con lo schema dei nuovi incentivi 2024, che dovrà anche confermare o definire i fondi per ciascuna fascia di emissioni. Se ne riparlerà quindi a Gennaio o appena ci saranno conferme in merito.

    Il nostro parere

    Da esperti del mondo elettrico auspichiamo che gli incentivi siano in grado di invogliare la popolazione ad un ricambio di vetture necessario e che quindi possano aiutare in maniera sostanziosa tutte quelle persone che “vorrebbero ma non possono”. Ci accodiamo inoltre al pensiero di Andrea Cardinali dove, per restare al passo con i maggiori mercati, sono necessari fondi e investimenti nei settori che riguardano il futuro e l’elettrico è sicuramente uno di quelli.


    Qual è il vostro pensiero a riguardo? Sareste disposti a cambiare auto grazie agli incentivi?

    Fonte

    1. Sehr interessantes Fahrzeug, würde mich über weitere Informationen freuen. Bin begeistert, es wäre das richtige Fahrzeug für meine Frau und…

    Simone Torresan
    Simone Torresan
    Appassionato ad imparare di tutto, ma nello specifico insegno a guidare (bene) ormai dal 2005. Tecnologia e video games addicted, amo il cibo, i viaggi e il nostro pianeta. Senza musica non saprei stare. Hic et nunc.

    ABB, con la “A400” ancora più ridotto il tempo di ricarica

    ABB ha presentato la nuova stazione di ricarica ultraveloce "A400", che promette prestazioni da urlo per una ricarica sempre più semplice e veloce.

    Incentivi 2024 | Quanto costa Dacia Spring?

    Gli incentivi italiani 2024 destinati all'acquisto delle auto elettriche sono alle porte. Ecco quanto costerà Dacia Spring.

    Automobilista alla guida di una Tesla con FSD attivo, schiva il treno prendendo il controllo all’ultimo secondo

    Automobilista alla guida di una Tesla con FSD attivo, schiva il treno prendendo il controllo all'ultimo secondo, riportando solo ferite lievi.