Noty app elettronauti
More
    HomeAmbienteL'Inflation Reduction Act (IRA) degli Stati Uniti allontana la produzione di batterie...

    L’Inflation Reduction Act (IRA) degli Stati Uniti allontana la produzione di batterie Tesla dall’Europa

    Prima di affrontare l’argomento citato nel titolo di questo articolo, occorre ricordare o segnalare le legge che il Senato americano ha votato per la riduzione dell’inflazione. Si tratta di un pacchetto, chiamato Inflaction Reduction Act of 2022 o  più semplicemente IRA, che spinge gli Stati Uniti ad affrontare un passo gigantesco verso il raggiungimento degli obiettivi climatici previsti dall’Accordo di Parigi, contribuendo allo stesso tempo a stimolare lo sviluppo di una ampia serie di tecnologie energetiche pulite.

    L elettronauti' Inflation Reduction Act (IRA) degli Stati Uniti allontana la produzione di batterie Tesla dall'Europa | Elettronauti.it
    Batterie 4680 tesla | elettronauti It

    Un provvedimento da più di 350 miliardi di $

    Varato nell’Agosto del 2022, il pacchetto di legge ha messo a disposizione 369 miliardi di dollari per far progredire soluzioni climatiche ed in questo contesto un ruolo importante è rappresentato dalle fabbriche che producono autovetture elettriche e batterie. 

    I contributi, sotto forma di credito d’imposta per poter essere applicati richiedono che il 40% dei metalli delle batterie e metà dei componenti di auto e batterie debbano essere prodotti in Nord America dal 2024 ed in pochi mesi dal lancio, gli investimenti in fabbriche di batterie e veicoli elettrici sono esplosi ed anche Tesla e qui, veniamo al titolo di questo articolo, che aveva iniziato a produrre batterie nella fabbrica Berlino con grandi aspettative non solo economiche, per quanto  Elon Musk aveva affermato nel 2020,  ovvero che sarebbe stata la più grande fabbrica di batterie al mondo.

    Purtroppo per noi Europei, l’IRA, fortemente voluta dall’amministrazione Biden ha cambiato l’economia globale anche della produzione di batterie e Tesla ha preso la decisione di traferire la produzione prevista per l’Europa negli Stati Uniti.

    Il credito d’imposta per le batterie prodotte negli USA è pari a 35 dollari per kWh, quindi ad esempio su una vettura con batteria da 60 kWh il credito ammonta a 2.100 dollari per ognuna.

    ⚡️ Leggi anche: Amazon sta finanziando il primo parco di alghe “eoliche”

    Tesla aveva originariamente pianificato di produrre 50 GigaWattOra all’anno in Berlino ed a 35 dollari per kWh producendo negli Stati Uniti, guadagnerà 1,75 miliardi di dollari all’anno in crediti di produzione.

    L elettronauti' Inflation Reduction Act (IRA) degli Stati Uniti allontana la produzione di batterie Tesla dall'Europa | Elettronauti.it
    Gigaberlin credit tesla | elettronauti It

    Anche tenendo conto dei costi di trasporto in Europa il trasferimento della produzione si tradurrà in un beneficio, non evitabile.

    Molte aziende di tutti i paesi stanno pianificando di costruire strutture negli Stati Uniti per approfittare dei crediti, con conseguente grande ritorno per gli Stati della Federazione Americana che potranno contare su nuovi posti di lavoro, nonché a capitali impiegati per tecnologie pulite.

    E’ sconcertante come l’Europa non abbia risposto immediatamente all’IRA con propri incentivi evitando il trasferimento oltre oceano di produzioni, competenze e know-how, proprio in questa critica fase iniziale della rivoluzione industriale legata alla tecnologia pulita.

    Il Consiglio dei capi di governo europei ha iniziato ad occuparsi del contrasto all’IRA, solamente da metà Dicembre 2022 e prima che si arrivi ad una linea comune dei 27 paesi dell’Unione Europea, passeranno mesi, quando ormai i trasferimenti e le decisioni di investimento saranno già operativi da tempo.


    Voi pensate che Tesla avrebbe dovuto rispettare gli accordi presi in Europa nonostante i vantaggi dati dall’IRA?

    Fonte1Fonte2

    ARTICOLI SIMILI
    Gianfranco Franzoni
    Gianfranco Franzonihttps://electrictales.eu
    Sono un Dinosauro nel Mondo dell'Informatica ed Automotive che ha operato in Italia e negli Stati Uniti ed ora ritirato dalle attività lavorative dedica tutto il proprio tempo supportando la transazione alla mobilità elettrica ed a diffondere le informazioni corrette per salvare ll salvabile in un ambiente compromesso ma in parte recuperabile, iniziando dai comportamenti di ogni singola persona.

    2035: l’UE apre al nucleare per la mobilità del domani

    Secondo un'indescrizione, i Francesi avrebbero presentato alle istituzioni Europee un progetto di riconversione dell'automotive EU basato su tecnologia Nucleare

    La nuova Volkswagen iD.3 è davvero migliorata nei dettagli? Analizziamola insieme

    Oggi andiamo a scoprire le differenze tra la vecchia iD.3 e la nuova fiammante versione di casa Volkswagen con il pacco batteria da 77 kWh netti. Le dimensioni sono esattamente le stesse rispetto alla versione precedente e anche su questa manca il Frunk, ma andiamo a scoprirla nei dettagli.

    Fotovoltaico: ne vale la pena? Quanto puoi davvero risparmiare? – Parte 2

    Quali sono i vantaggi? Quanto produce e quanto mi rende un impianto fotovoltaico da 6 kW? Un fotovoltaico da 6 kW ogni anno può produrre...

    Approvati i nuovi incentivi statali per le elettriche

    Nella giornata di ieri sera, durante un consiglio dei ministri straordinario, è stata finalmente approvato il decreto legge per elargire i nuovi incentivi statali...
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    476FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    “Questa cosa è incredibile:” l’aereo elettrico Pipistrel Velis Electro in uso per l’addestramento dei piloti!

    Prodotto in Slovenia, il Pipistrel Velis Electro a 2 posti è il primo aereo completamente elettrico ad essere certificato per l'addestramento dei piloti. L'aereo ha un motore elettrico da 57,6 kW e ha un corpo completamente composito di carbonio.

    Porsche: una Cayenne completamente elettrica nel 2026

    Sebbene la Porsche Cayenne di terza generazione riceverà un restyling tra pochi mesi, già si vocifera di come sarà la Porsche Cayenne di quarta...

    Storia dell’auto elettrica – Parte #7 l’elettromobile

    L’auto elettrica non è una novità del nostro secolo e la sua storia è molto variegata. In questo quarto episodio proseguiremo fino agli anni '80.

    L’Italia vieta la carne sintetica. Ma che cos’è?

    Martedì 28 Marzo il Governo ha vietato produzione e vendita della carne sintetica in Italia. Ecco le parole del ministro Lollobrigida e cosa ne pensiamo noi.