banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAmbienteAlimentazioneLa transizione verso i veicoli elettrici è una certezza

    La transizione verso i veicoli elettrici è una certezza

    Da qualche tempo, certe domande ricorrono regolarmente nei dibattiti sui social network: “stiamo davvero andando verso un mondo di auto elettriche?”, Non torneremo indietro?” “A lungo termine non prevarrà l’ibrido leggero?”, ecc.

    Va detto che le ultime informazioni non sono necessariamente incoraggianti, la più recente e spettacolare è l’annuncio della sospensione della costruzione di due stabilimenti (su tre) di Automotive Cells Company (ACC), la joint venture che riunisce Stellantis, Mercedes e TotalEnergies.

    Le giga-factory previste in Germania e Italia saranno realizzate meno rapidamente del previsto e alcuni paesi registrano un preoccupante calo delle vendite. In Germania, le vendite di auto elettriche sono diminuite del 30,6% a maggio rispetto allo stesso periodo del 2023. Si tratta di un fenomeno che si spiega con la fine degli aiuti all’acquisto decisa alla fine dello scorso anno dal Cancelliere Federale Olaf Scholz. A livello europeo, i dati comunicati da ACEA evidenziano una stagnazione della quota di mercato elettrico nei primi 4 mesi dell’anno di conseguenza, i veicoli elettrici rappresentano solo il 12,6% delle nuove immatricolazioni a maggio, rispetto al 18% dell’intero 2023.

    La transizione verso i veicoli ev è una certezza | elettronauti. It
    Stellantis e totalenergies saft hanno finalizzato laccordo con mercedes benz

    Anche se la quota delle ibride è aumentata dal 25 al 29%, dobbiamo concludere che il progresso del “full” elettrico è stato solo un fuoco di paglia? Non andiamo troppo in fretta, perché gli altri indicatori restano positivi. I produttori sono già tenuti a ridurre le emissioni dei loro veicoli per non andare incontro a pesanti multe.

    Carlos Tavares cambia paradigma

    La direzione intrapresa dai produttori fa seguito alla decisione dell’Europa di porre fine alla vendita dei nuovi modelli termici nel 2025 (da non confondere con il divieto assoluto delle termiche, così come lo suggeriscono certe fake news). Dopo aver legittimamente protestato contro questo sconvolgimento, criticando aspramente la politica europea a favore dell’apertura del mercato delle auto elettriche ai cinesi, le Case Automobilistiche stanno gradualmente adattandosi alla produzione verso il 100% elettrico.

    La transizione verso i veicoli ev è una certezza | elettronauti. It
    Il ceo di stellantis punta sulle ev con la cina
    “Penso che nel 2018 ci fossero opzioni migliori da prendere. Oggi dobbiamo rispettare le regole che sono state stabilite e non cambiarle. Ciò che chiedo è stabilità”
    Carlos Tavares, direttore generale Gruppo Stellantis

    Dichiarazione durante una visita allo stabilimento di Trémery (Mosella). Per Carlos Tavares la strada scelta da Bruxelles non è la migliore, ma mettere in discussione l’attuale quadro normativo sarebbe la soluzione peggiore.

    Stessa storia con il suo omologo della Renault Luca De Meo che durante l’intervista a Le Figaro del 02/06/2024:

     “Non torneremo più indietro sulla decisione al passaggio all’elettrico. Dedichiamo dal 50 al 60% del nostro budget nella ricerca e sviluppo alla transizione ecologica. Decarbonizzare i trasporti fa bene all’ambiente, ai nostri figli… Gli studi lo dimostrano: nell’intero ciclo di vita dei veicoli, l’elettrico ha un primato migliore rispetto al motore a combustione."
    Luca De Meo, Ceo Gruppo Renault
    La transizione verso i veicoli ev è una certezza | elettronauti. It
    In unoccasione per il rinnovamento industriale delleuropa luca de meo | elettronauti It

    Con altri produttori stabiliti in Europa che esprimono le stesse esigenze e le stesse paure, un voltafaccia è ormai inimmaginabile. Anche il tagliente Carlos Tavares comincia quasi ad ammorbidirsi.

    “Il pianeta non aspetta. Non lottiamo per 1,5 gradi in più, ma per 3-4 gradi! E più aspettiamo, maggiore sarà il divario con i cinesi. È ovvio che in Europa i produttori cinesi avranno velocemente una quota di mercato del 10%. Dobbiamo essere in questa dinamica grazie a Leapmotor. Con o senza di noi, Leapmotor sarebbe stata comunque presente in Europa, andando sicuramente più lentamente. Preferisco cogliere l’occasione per essere presente con loro e portare beneficio al gruppo Stellantis piuttosto che non essere nella battaglia.”
    Carlos Tavares, CEO Gruppo Stellantis

    Dichiarazione che in pratica si traduce, anche sul piano commerciale, in un patto con il nemicocon la distribuzione da parte di Stellantis delle auto del marchio Leapmotor in Europa, attraverso una joint venture.

    Veicoli elettrici pronti per il 2035…o poco dopo

    L’elettrificazione sta effettivamente procedendo a tutta velocità.

    Senza elettrificazione, nessuna decarbonizzazione. Sappiamo che il percorso non sarà lineare, ma siamo pronti. Sappiamo che l'auto diventerà elettrica... a partire dal 2035 o poco dopo"
    Christophe Périllat, direttore generale VALEO

    Questa l’ammissione del direttore generale di Valeo, un produttore di apparecchiature che collabora con tutti i produttori e come tale ha una visione a 360° dell’evoluzione industriale.

    La transizione verso i veicoli ev è una certezza | elettronauti. It
    Valeo contribuisce allo sviluppo della mobilità sostenibile di domani | elettronauti It

    I numeri già danno ragione a Valeo, l’ultimo rapporto dell’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) evidenzia che le vendite complessive di energia elettrica nel 2023 erano già 3,5 volte superiori rispetto al 2022, ovvero +35%. Ogni settimana venivano immatricolate nel mondo circa 250.000 auto elettriche (molte in Cina, è vero). Si tratta di sei volte di più rispetto al 2018. Le auto elettriche (modelli a batteria + ibridi plug-in) hanno rappresentato circa il 18% di tutte le auto vendute nel 2023, rispetto al 14% nel 2022 e solo al 2% cinque anni prima, nel 2018. le tendenze indicano una crescita robusta man mano che i mercati delle auto elettriche maturano. Le auto elettriche a batteria rappresentavano il 70% del parco auto elettriche nel 2023”, precisa l’IEA.

    La transizione verso i veicoli ev è una certezza | elettronauti. It
    Bruxelles 22 giugno 2022 analisi dei dati acea | elettronauti It

    Nel 2026, una “clausola di revisione”

    Secondo Diane Strauss, il successo del divieto nel 2035 dipende da diversi fattori come lo sviluppo della rete di terminali elettrici o la riduzione del prezzo delle automobili, ad esempio tramite il “leasing europeo. Un Parlamento molto contrario alla mobilità elettrica potrebbe rallentare l’attuazione di tutti i fattori necessari per il successo di questo progetto“, sottolinea, riducendo ad esempio le sovvenzioni. Già è prevista una “clausola di revisione” per il 2026, per fare una prima valutazione sull’elettrificazione. Non implica un nuovo voto nel 2035. Ma potrebbe subire un ritardo, e rafforzare chi chiede aggiustamenti come l’autorizzazione dei combustibili sintetici, come il ministro dei Trasporti tedesco, il liberale Volker Wissing. Questi carburanti sintetici, che sono ancora molto costosi e ad alta intensità energetica, dovrebbero essere inizialmente riservati all’aviazione, ma produttori come Porsche, Stellantis e Renault li stanno esplorando anche per le automobili.

    Più stazioni di ricarica = più vendite

    L’ultimo rapporto dell’Associazione dei costruttori europei di automobili rivela che Germania, Paesi Bassi, Francia e Belgio detengono quasi i due terzi (61%) delle infrastrutture di ricarica europee. Sempre più stazioni di ricarica pubbliche quindi, a cui si aggiungono automobili sempre meno costose, come la Citroën e-C3 o progetti di automobili da meno di 20.000 euro sostenuti da Volkswagen o Renault.

    Elettronauti. It - categoria volkswagen group
    Elettronauti. It - seguici su google news

    I veicoli elettrici stanno rivoluzionando il mercato, il loro sviluppo è costante, si aprono possibilità entusiasmanti e numerose sfide tecnologiche. Presto vedremo cambiamenti nel mercato man mano che diventeranno più diffusi. Voi cosa ne pensate?

    Fonte

     


    Alan Murarotto
    Alan Murarotto
    tecnico meccatronico, formatore automotive, professionista della mobilità. Aiuto i lettori a districarsi nel labirinto delle dinamiche che governano la transizione energetica, dalla burocrazia agli aspetti legati alla guida di veicoli elettrici e non solo, con accenni tecnici per una visione a 360°.

    Nuova Dacia Spring 2024, le nostre impressioni di guida

    Dopo avervi elencato tutte le caratteristiche della nuova Dacia Spring 2024 è venuto il momento di scoprire ne nostre prime impressioni sulla piccola citycar.

    Aggiornati i motori elettrici per i primi clienti del Tesla Cybertruck

    Aggiornati i motori elettrici per i primi clienti del Tesla Cybertruck, dopo circa sei mesi dopo il debutto del Cybertruck negli Stati Uniti.

    Ecco la nuova Dacia Spring Electric 2024

    La regina delle citycar elettriche si aggiorna ancora. Attesa nel nostro Paese per l'estate, abbiamo avuto modo di provare per Voi la nuova Dacia Spring.