banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheAltri MarchiMagna Steyr sta trattando per la produzione di veicoli elettrici cinesi in...

    Magna Steyr sta trattando per la produzione di veicoli elettrici cinesi in Europa

    Il produttore austriaco Magna Steyr, l’azienda automobilistica con sede in Austria a Graz che, con il blocco della produzione dell’Ocean Fisker, ha dovuto modificare i suoi obiettivi di produzione annuale e sta cercando di riempire le linee di assemblaggio lasciate libere, ha confermato che diversi OEM cinesi stanno discutendo la possibilità di una produzione locale di veicoli elettrici in vista di ulteriori vendite in Europa.

    La decisione potrebbe essere influenzata dall’incombente minaccia di dazi che l’Europa potrebbe imporre alla Cina, mentre diverse case automobilistiche continuano a espandersi in nuovi mercati oltreoceano.

    Magna Steyr ha firmato per progettare e costruire veicoli elettrici fuoristrada “Fusilier” per INEOS, ma non fino al 2026.

    Magna Steyr è nota per la produzione della Classe G per Mercedes-Benz ed ha costruito per un breve periodo i SUV Fisker Ocean prima che la casa automobilistica americana interrompesse la produzione a seguito di una richiesta di fallimento in Austria.

    EV cinesi, un’opzione per Magna Steyr

    Un opzione percorribile per la casa austriaca è quella di occuparsi della costruzione di veicoli elettrici per le case automobilistiche cinesi, soprattutto perché le pratiche di produzione locali potrebbero aiutarle a evitare gli imminenti dazi attualmente in discussione nell’Unione Europea.

    Magna steyr sta trattando per  la produzione di veicoli elettrici  cinesi  in europa | elettronauti. It
    Stabilimento di produzione magna steyr fonte magna | elettronauti It

    Secondo le recenti dichiarazioni del presidente di Magna Steyr, quasi tutte le case automobilistiche cinesi che vendono veicoli elettrici in Europa sono state contattate e le discussioni sulla produzione locale sono in corso.

    Nel corso di un evento per i media tenutosi presso lo stabilimento Magna Steyr di Graz, il presidente dell’azienda Roland Prettner ha riferito che nell’ultimo anno diverse case automobilistiche cinesi si sono messe in contatto per quanto riguarda la produzione di veicoli elettrici e la necessità di localizzazione.

    Inoltre, Prettner ha riferito che tutte le case automobilistiche straniere che si sono messe in contatto con lui hanno mostrato una “forte attività” nell’acquisire l’esperienza produttiva di Magna. Il presidente non ha fatto nomi diretti di case automobilistiche, ma vengono subito in mente marchi come NIO, XPeng, BYD e ZEEKR, che già vendono veicoli elettrici cinesi in Europa.

    Secondo Prettner, le discussioni sono in corso per stabilire il ruolo di Magna Steyr nella produzione localizzata di veicoli elettrici cinesi da vendere in Europa.

    Magna steyr sta trattando per  la produzione di veicoli elettrici  cinesi  in europa | elettronauti. It
    Fissaggio pacco batteria sottoscocca immagine di repertorio | elettronauti It
    "Gli OEM cinesi stanno verificando con diversi distributori quale potrebbe essere il volume dei loro veicoli in Europa. Naturalmente, si discute sempre su come produrre questi veicoli qui a Graz. I vincoli di capacità non sono un problema per Magna Steyr, che nel 2022 ha prodotto oltre 112.000 veicoli completi di vernice. Un potenziale ostacolo, tuttavia, potrebbe essere rappresentato dalle tariffe imposte dall'Europa alle case automobilistiche cinesi, motivo in più per una produzione localizzata costante.
    Roland Prettner, presidente Magna Steyr

    La minaccia di dazi sugli EV cinesi

    L’UE ha minacciato di imporre dazi sui veicoli elettrici cinesi dall’autunno del 2023, quando ha avviato un’indagine per determinare se le case automobilistiche straniere ricevessero sussidi ingiusti. Proprio questo mese, la Cina ha minacciato tariffe di ritorsione del 25% sulle case automobilistiche e altri segmenti con sede in Europa che importano merci nel Paese, chiedendo alla Commissione UE di condividere i risultati della sua indagine entro l’inizio di giugno.

    Mentre l’Europa riflette sulla sua prossima mossa, gli Stati Uniti hanno già implementato un dazio del 100% sui veicoli elettrici cinesi, che sicuramente scoraggerà l’ingresso nei mercati nordamericani e infangherà qualsiasi piano di produzione locale negli Stati Uniti. C’è ancora speranza per l’Europa, visto che molti veicoli elettrici cinesi vengono già spediti e venduti, ma la produzione locale potrebbe contribuire ad allentare le tensioni tra i due mercati.

    Elettronauti. It - seguici su google news

    Sono diverse le trattative in Europa che stanno affrontando le case automobilistiche cinesi, per portare parte delle loro produzioni nel vecchio continente. Peccato che, a parte un accordo con Leapmotor di Stellantis che, ancora non sappiamo quale impatto avrà realmente, non si hanno informazioni di altre concrete mosse da parte italiana, sia industriale che politica, per proporsi come alternativa. Voi come la pensate?

    Fonte

     


    Gianfranco Franzoni
    Gianfranco Franzonihttp://myelectrictales.eu
    Sono un Dinosauro nel Mondo dell'Informatica ed Automotive che ha operato in Italia e negli Stati Uniti ed ora ritirato dalle attività lavorative dedica tutto il proprio tempo supportando la transazione alla mobilità elettrica ed a diffondere le informazioni corrette per salvare ll salvabile in un ambiente compromesso ma in parte recuperabile, iniziando dai comportamenti di ogni singola persona.

    Terribile verità: Rischi e inquinamento di auto elettriche e termiche!

    Quando si parla di auto elettriche e inquinamento, molti di voi pensano ancora che inquinino più delle auto termiche, il che, vi assicuriamo, è sbagliatissimo.

    Hyundai presenta la nuova Inster EV, la piccola elettrica a prezzi accessibili

    Hyundai sta mostrando le prime immagini della sua nuova Inster EV prima del suo debutto ufficiale. La citycar elettrica dovrebbe essere l'ultima EV economica ad arrivare sul mercato.

    Nissan pronta a lanciare la nuova generazione della Leaf a Sunderland con una produzione di prova da agosto

    Nissan pronta a lanciare la nuova generazione della Leaf con una produzione di prova da agosto, la casa giapponese avvierà la produzione in serie a marzo 2025