banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeIncentiviProrogato il bonus colonnine domestiche all’80%

    Prorogato il bonus colonnine domestiche all’80%

    Con il decreto direttoriale del 7 febbraio 2024, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha riaperto lo sportello per richiedere il bonus per l’acquisto e la posa delle colonnine di ricarica avvenute dal 1 gennaio 2023 al 31 dicembre 2023 e dedicato alle utenze domestiche (quindi non per le aziende, per le quali era dedicato un altro bando).

    Il contributo è rivolto alle persone fisiche residenti in Italia e ai condomini, e corrisponde all’80% dei costi sostenuti per l’acquisto e la posa dell’infrastruttura di ricarica con un limite massimo rimborsabile di 1.500 € per gli utenti privati e di 8.000 € per le installazioni avvenute in parti comuni degli edifici condominiali.

    Sarà possibile presentare domanda per l’agevolazione dalle ore 12:00 del 15 febbraio 2024 alle ore 12:00 del 14 marzo 2024 sul portale di Invitalia, seguendo la guida fornita online; le domande saranno gestite in ordine temporale e le agevolazioni erogate fino ad esaurimento dei fondi sotto forma di rimborso diretto in unica soluzione.

    Lo sportello è stato riaperto perché le risorse stanziate per l’anno 2023, pari a 40 milioni di euro, non sono state esaurite durante la finestra temporale conclusasi il 23 novembre dello scorso anno; in questo modo, potranno accedere al bonus anche coloro che non sono riusciti ad ottenerlo a causa dell’incompletezza della documentazione presentata.

    Enel x, con la wallbox 10. 000km in omaggio | elettronauti. It
    Waybox di enel x fonte enel energia | elettronauti It

    Quali costi sono coperti dal bonus?

    All’interno dei costi rimborsabili potrebbero essere comprese, dove previsto, anche le spese sostenute per le opere edili strettamente necessarie, i dispositivi di monitoraggio, le spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi.

    Le stazioni di ricarica non devono essere accessibili al pubblico nel caso di persone fisiche, mentre devono essere destinate ad un utilizzo collettivo nel caso di condomini (ma comunque non accessibili al pubblico), devono poi essere nuove di fabbrica e di potenza standard, comprensive della dichiarazione di conformità rilasciata da parte dell’installatore ai sensi del decreto ministeriale n. 37/2008.

    L’accesso all’area riservata di Invitalia per richiedere l’agevolazione è reso possibile tramite SPIDCIE (carta d’identità elettronica) o CNS (carta nazionale servizi) e presentando una serie di documenti tra cui la copia delle fatture elettroniche, una relazione finale riguardo l’investimento realizzato e le spese sostenute e gli estratti del conto corrente.

    Ricordiamo infine che questa agevolazione riguarda le installazioni avvenute nel 2023 e quindi non è un incentivo alla posa di nuove stazioni di ricarica; per maggiori informazioni riguardo ai costi coperti e alla procedura per ottenere l’agevolazione, vi consigliamo di recarvi sulla pagina ufficiale di Invitalia.


    Siete tra le persone che potrebbero usufruire di questa agevolazione?

    Fonte

    1. Sehr interessantes Fahrzeug, würde mich über weitere Informationen freuen. Bin begeistert, es wäre das richtige Fahrzeug für meine Frau und…

    Lorenzo
    Lorenzo
    Appassionato di tutte le forme di energia, in particolare di quelle rinnovabili, che credo siano il vero valore aggiunto per una mobilità sostenibile. Con le auto elettriche è stato amore grazie ad un retrofit tra i banchi di scuola.

    ABB, con la “A400” ancora più ridotto il tempo di ricarica

    ABB ha presentato la nuova stazione di ricarica ultraveloce "A400", che promette prestazioni da urlo per una ricarica sempre più semplice e veloce.

    Incentivi 2024 | Quanto costa Dacia Spring?

    Gli incentivi italiani 2024 destinati all'acquisto delle auto elettriche sono alle porte. Ecco quanto costerà Dacia Spring.

    Automobilista alla guida di una Tesla con FSD attivo, schiva il treno prendendo il controllo all’ultimo secondo

    Automobilista alla guida di una Tesla con FSD attivo, schiva il treno prendendo il controllo all'ultimo secondo, riportando solo ferite lievi.