carrozzeria musesti
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheStellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di Tiamat

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di Tiamat

    Stellantis, mediante il fondo di Venture Capital, Stellantis Ventures, ha appena formalizzato l’acquisizione di una partecipazione come “investitore strategico” in Tiamat, una start-up francese specializzata in batterie agli ioni di sodio. Anche altri produttori sono molto interessati. È il caso di BYD e JAC, che hanno appena lanciato il primo modello elettrico di serie con questo tipo di batteria, la JAC Yiwei EV.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Jac Groups Yiwei 3, presentata la prima auto elettrica con batteria agli ioni di sodio | Elettronauti.it

    Secondo Ned Curic, responsabile dell’ingegneria e delle tecnologie all’interno del gruppo automobilistico: “esplorare nuove opzioni per batterie più sostenibili e convenienti utilizzando materie prime ampiamente disponibili, è un elemento chiave delle nostre ambizioni nell’ambito del piano strategico Dare Forward 2030”.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Stellantis ned curic chief technology officer

    Il piano strategico Dare Forward

    Il passaggio alla propulsione elettrica entro il 2030, mediante la vendita al 100% di sole BEV in Europa e al 50% di veicoli elettrici negli Stati Uniti. Stellantis è sulla buona strada per raggiungere questi obiettivi e diventare un’azienda a zero emissioni di carbonio entro il 2038.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Dare forward 2030 contiene le strategie e i piani industriali di stellantis | elettronauti It

    Rendere le BEV più convenienti

    I consumatori attendono con impazienza l’arrivo di modelli elettrici dalle dimensioni contenute (segmento A e B), a buon prezzo. Alcuni produttori stanno già facendo buoni progressi in questa direzione, come ad esempio la Renault con la sua Twingo elettrica o anche la Volkswagen con la sua ID.1 con target inferiore ai 20 mila euro. Le tecnologie agli ioni di sodio dovrebbero consentire ai marchi di commercializzare modelli meno costosi.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Tiamat implementerà la tecnologia delle batterie agli ioni di sodio | Elettronauti.it

    CNRS e Tiamat un connubio perfetto

    Tiamat è una società spin-off del CNRS francese (Centre National de la Recherche Scientifique), grazie alle invenzioni dei ricercatori e al portafoglio di brevetti esclusivi è riuscita a riunire attori pubblici e privati, accelerando la ricerca e l’industrializzazione di nuove tecnologie per stoccare energia che garantiscono costi di produzione contenuti e il rispetto dell’ambiente.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Stellantis rafforza la spinta dei veicoli elettrici investendo nelle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti It

    La tecnologia delle batterie agli ioni di sodio

    Le batterie che progetta, sviluppa e produce Tiamat sono a base di ioni di sodio, queste celle fanno a meno del litio e del cobalto abitualmente utilizzati nei pacchi batteria e la cui dipendenza è geostrategica. 

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Il principio di funzionamento delle batterie sodio ione e delle batterie litio ione è praticamente identico | elettronauti It

    Nessun rischio di fuga termica per le batterie agli ioni di sodio che si ricaricano in soli 5 minuti e per un costo di produzione equivalente alle tecnologie basate sul litio. Si tratta quindi di un’alternativa ecologica, economica ed affidabile.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Hervé beuffe presidente di tiamat celle agli ioni di sodio ad alta potenza a carica rapida e sicure | elettronauti It
    Passeremo alla fase industriale e costruiremo la nostra prima vera fabbrica di batterie agli ioni di sodio entro il 2025. Questa unità di produzione mirerà a produrre tra le 500.000 e le 700.000 batterie al giorno. In definitiva, ciò dovrebbe creare mille posti di lavoro, cosa di cui la nostra start-up, che attualmente impiega 20 persone, è più che entusiasta.
    Hervé Beuffe, CEO Tiamat

    La fabbrica sarà destinata in una prima fase alla produzione dell’utensileria elettrica e alle applicazioni di stoccaggio, per poi intensificare la produzione di prodotti di seconda generazione per applicazioni BEV.

    Stellantis previdente

    Seguendo il proverbio “non mettere le uova in un solo paniere”, Stellantis sta cercando di diversificare la propria fornitura di batterie elettriche concentrandosi su prodotti chimici innovativi come le celle con elettrolita allo stato solido in collaborazione con Factorial Energy e sulla chimica del litio-zolfo con Lyten Inc.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Factorial Energy e le sue celle allo stato solido | Elettronauti.it

    Cosa ne pensate della strategia Stellantis per le batterie?

    Fonte

    0 0 voti
    Article Rating
    Iscriviti
    Notificami
    0 Commenti
    i feedback inline
    Vedi tutti i commenti
    ARTICOLI SIMILI
    Alan Murarotto
    Alan Murarotto
    tecnico meccatronico, formatore automotive, professionista della mobilità. Aiuto i lettori a districarsi nel labirinto delle dinamiche che governano la transizione energetica, dalla burocrazia agli aspetti legati alla guida di veicoli elettrici e non solo, con accenni tecnici per una visione a 360°.

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas.

    E se un giorno gli astronauti mangiassero “riso di manzo” coltivato?

    Dalla Corea arriva una nuova invenzione particolare. Si tratta di un ibrido composto da carne di manzo coltivata sui chicchi di riso.

    Scout Motors apre il cantiere statunitense dove costruirà i suoi pick-up off-road completamente elettrici

    Scout Motors ha raggiunto un importante traguardo con l'apertura nella Carolina del Sud del suo futuro centro di produzione di pick-up elettrici.

    La neve per pochi è un emblema del cambiamento climatico in atto

    Se guardiamo la neve, i ghiacciai e le montagne il cambiamento climatico si fa più "consistente" e visibile.
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    581FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    Rivian crolla del 25% in un giorno

    Elon Musk lo aveva predetto, e se parla di BEV va ascoltarlo. Stiamo parlando di Rivian, il produttore di pick-up elettrici, quindi rivale di Tesla Cybertruck.

    Mercedes troppo ottimistica sull’elettrico. Punti di vista?

    L'azienda tedesca Mercedes avrebbe rivisto i piani per il futuro, come già fatto da altre compagnie tedesche quali BMW, Volkswagen e Audi.

    Il lato oscuro del limite dei 30 km/h

    Città a 30 km/h? Non sono tutte rose e fiori. Mettiamo a confronto i risvolti positivi rispetto ai nascosti risvolti negativi.

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni ’20

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni '20, una berlina, un SUV ed una compatta.