banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheStellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di Tiamat

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di Tiamat

    Stellantis, mediante il fondo di Venture Capital, Stellantis Ventures, ha appena formalizzato l’acquisizione di una partecipazione come “investitore strategico” in Tiamat, una start-up francese specializzata in batterie agli ioni di sodio. Anche altri produttori sono molto interessati. È il caso di BYD e JAC, che hanno appena lanciato il primo modello elettrico di serie con questo tipo di batteria, la JAC Yiwei EV.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Jac Groups Yiwei 3, presentata la prima auto elettrica con batteria agli ioni di sodio | Elettronauti.it

    Secondo Ned Curic, responsabile dell’ingegneria e delle tecnologie all’interno del gruppo automobilistico: “esplorare nuove opzioni per batterie più sostenibili e convenienti utilizzando materie prime ampiamente disponibili, è un elemento chiave delle nostre ambizioni nell’ambito del piano strategico Dare Forward 2030”.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Stellantis ned curic chief technology officer

    Il piano strategico Dare Forward

    Il passaggio alla propulsione elettrica entro il 2030, mediante la vendita al 100% di sole BEV in Europa e al 50% di veicoli elettrici negli Stati Uniti. Stellantis è sulla buona strada per raggiungere questi obiettivi e diventare un’azienda a zero emissioni di carbonio entro il 2038.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Dare forward 2030 contiene le strategie e i piani industriali di stellantis | elettronauti It

    Rendere le BEV più convenienti

    I consumatori attendono con impazienza l’arrivo di modelli elettrici dalle dimensioni contenute (segmento A e B), a buon prezzo. Alcuni produttori stanno già facendo buoni progressi in questa direzione, come ad esempio la Renault con la sua Twingo elettrica o anche la Volkswagen con la sua ID.1 con target inferiore ai 20 mila euro. Le tecnologie agli ioni di sodio dovrebbero consentire ai marchi di commercializzare modelli meno costosi.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Tiamat implementerà la tecnologia delle batterie agli ioni di sodio | Elettronauti.it

    CNRS e Tiamat un connubio perfetto

    Tiamat è una società spin-off del CNRS francese (Centre National de la Recherche Scientifique), grazie alle invenzioni dei ricercatori e al portafoglio di brevetti esclusivi è riuscita a riunire attori pubblici e privati, accelerando la ricerca e l’industrializzazione di nuove tecnologie per stoccare energia che garantiscono costi di produzione contenuti e il rispetto dell’ambiente.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Stellantis rafforza la spinta dei veicoli elettrici investendo nelle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti It

    La tecnologia delle batterie agli ioni di sodio

    Le batterie che progetta, sviluppa e produce Tiamat sono a base di ioni di sodio, queste celle fanno a meno del litio e del cobalto abitualmente utilizzati nei pacchi batteria e la cui dipendenza è geostrategica. 

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Il principio di funzionamento delle batterie sodio ione e delle batterie litio ione è praticamente identico | elettronauti It

    Nessun rischio di fuga termica per le batterie agli ioni di sodio che si ricaricano in soli 5 minuti e per un costo di produzione equivalente alle tecnologie basate sul litio. Si tratta quindi di un’alternativa ecologica, economica ed affidabile.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Hervé beuffe presidente di tiamat celle agli ioni di sodio ad alta potenza a carica rapida e sicure | elettronauti It
    Passeremo alla fase industriale e costruiremo la nostra prima vera fabbrica di batterie agli ioni di sodio entro il 2025. Questa unità di produzione mirerà a produrre tra le 500.000 e le 700.000 batterie al giorno. In definitiva, ciò dovrebbe creare mille posti di lavoro, cosa di cui la nostra start-up, che attualmente impiega 20 persone, è più che entusiasta.
    Hervé Beuffe, CEO Tiamat

    La fabbrica sarà destinata in una prima fase alla produzione dell’utensileria elettrica e alle applicazioni di stoccaggio, per poi intensificare la produzione di prodotti di seconda generazione per applicazioni BEV.

    Stellantis previdente

    Seguendo il proverbio “non mettere le uova in un solo paniere”, Stellantis sta cercando di diversificare la propria fornitura di batterie elettriche concentrandosi su prodotti chimici innovativi come le celle con elettrolita allo stato solido in collaborazione con Factorial Energy e sulla chimica del litio-zolfo con Lyten Inc.

    Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio di tiamat | elettronauti. It
    Factorial Energy e le sue celle allo stato solido | Elettronauti.it
    Elettronauti. It - categoria stellantis group

    Cosa ne pensate della strategia Stellantis per le batterie?

    Fonte

     


    Alan Murarotto
    Alan Murarotto
    tecnico meccatronico, formatore automotive, professionista della mobilità. Aiuto i lettori a districarsi nel labirinto delle dinamiche che governano la transizione energetica, dalla burocrazia agli aspetti legati alla guida di veicoli elettrici e non solo, con accenni tecnici per una visione a 360°.

    Incentivi 2024 | Quanto costa Opel Mokka-e?

    Gli incentivi italiani 2024 destinati all'acquisto delle auto elettriche sono alle porte. Ecco quanto costerà Opel Corsa-e

    “Mammoth” in Islanda il più grande impianto di rimozione di CO2 al mondo

    Climeworks ha comunicato di aver avviato le operazioni del più grande impianto di “cattura diretta dell’aria” del mondo, situato su un altopiano lavico nel sud dell’Islanda.

    Incentivi 2024 | Quanto costa Abarth 500e?

    Gli incentivi italiani 2024 destinati all'acquisto delle auto elettriche sono alle porte. Ecco quanto costerà Abarth 500e.