carrozzeria musesti
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheTesla RISARCISCE 100.000€ - Phantom Braking

    Tesla RISARCISCE 100.000€ – Phantom Braking

    La richiesta di risarcimento per Phantom Braking di Tesla è stata assegnata per la prima volta a una donna in Europa da un tribunale di Monaco. Naturalmente, non si può dire che questa sentenza apra le porte al risarcimento per tutti gli altri clienti, ma crea un precedente.

    Tesla model x anteriore

    La questione ha attirato più volte l’attenzione di NHTSA, l’agenzia statunitense per la sicurezza dei trasporti, che sta anche indagando su un incidente che ha ucciso un motociclista.

    Il Phantom Brake, sta iniziando a essere popolare anche tra i clienti italiani, che scrivono sulle fan page di Tesla lamentandosi. Nel frattempo, un tribunale di Monaco ha stabilito una cifra record di circa 100.000 euro per risarcire un phantom brake causato da una Model X qualche anno fa.

    Tesla model x traino

    I proprietari in questione di Tesla Model X hanno citato in giudizio Tesla con l’aiuto dell’avvocato Christopher Lindner, specializzato nel citare in giudizio molti produttori di veicoli.

    Secondo Der Spiegel, la donna ha acquistato una Tesla Model X a dicembre 2016 per 112.640 euro, aggiungendo Autopilot per ulteriori 5.500 euro. Per i primi mesi dopo la consegna nel 2017 tutto è andato liscio, o quasi, a novembre 2017 sono iniziati i problemi con l’autopilota. il Phantom Braking non è un fenomeno recente, e infatti rimane una spina nel fianco del produttore.

    Tesla model x bianca su strada anteriore

    Nel caso di Tesla, tramite un team di avvocati, sosterrebbe l’argomento secondo cui il pilota automatico non è adatto all’uso nel traffico urbano a causa di vari problemi. Il tribunale ha respinto tale linea di difesa, sostenendo che l’attivazione e la disattivazione manuale del sistema di guida autonoma distrarrebbe il conducente.

    Per il giudice del tribunale di Monaco, “il sistema non ha identificato in modo affidabile l’ostacolo e i freni potrebbero essere stati azionati improvvisamente senza una ragione apparente”, concludendo che “l’arresto improvviso costituisce un serio pericolo per la circolazione urbana”. Il tribunale ha quindi ordinato a Tesla di risarcire i proprietari di Tesla Model X in questione di esattamente 99.416 euro


    Fonte

    4 2 voti
    Article Rating
    Iscriviti
    Notificami
    0 Commenti
    i feedback inline
    Vedi tutti i commenti
    ARTICOLI SIMILI
    Ginger
    Gingerhttps://linktr.ee/GingerBlack
    Ciao! Seguo il mondo della mobilità elettrica dal 2016 e dal 2019 condivido questa passione con il creatore di elettronauti.it !

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas.

    E se un giorno gli astronauti mangiassero “riso di manzo” coltivato?

    Dalla Corea arriva una nuova invenzione particolare. Si tratta di un ibrido composto da carne di manzo coltivata sui chicchi di riso.

    Scout Motors apre il cantiere statunitense dove costruirà i suoi pick-up off-road completamente elettrici

    Scout Motors ha raggiunto un importante traguardo con l'apertura nella Carolina del Sud del suo futuro centro di produzione di pick-up elettrici.

    La neve per pochi è un emblema del cambiamento climatico in atto

    Se guardiamo la neve, i ghiacciai e le montagne il cambiamento climatico si fa più "consistente" e visibile.
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    581FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    Rivian crolla del 25% in un giorno

    Elon Musk lo aveva predetto, e se parla di BEV va ascoltarlo. Stiamo parlando di Rivian, il produttore di pick-up elettrici, quindi rivale di Tesla Cybertruck.

    Mercedes troppo ottimistica sull’elettrico. Punti di vista?

    L'azienda tedesca Mercedes avrebbe rivisto i piani per il futuro, come già fatto da altre compagnie tedesche quali BMW, Volkswagen e Audi.

    Il lato oscuro del limite dei 30 km/h

    Città a 30 km/h? Non sono tutte rose e fiori. Mettiamo a confronto i risvolti positivi rispetto ai nascosti risvolti negativi.

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni ’20

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni '20, una berlina, un SUV ed una compatta.