banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeNewsTrump minaccia di rovesciare le politiche sui veicoli elettrici di Biden

    Trump minaccia di rovesciare le politiche sui veicoli elettrici di Biden

    L’industria automobilistica ha fatto eco agli investimenti storici nel settore delle auto elettriche, annunciando un’enorme iniezione di oltre 100 miliardi di dollari, con la prospettiva di creare più di 100.000 nuovi posti di lavoro in America, tuttavia, una potenziale seconda presidenza di Donald Trump potrebbe gettare un’ombra sulla spinta verso questo cambiamento epocale.

    Nonostante le recenti affermazioni di Trump durante un raduno tenutosi mercoledì a Detroit, in cui ha sottolineato il costo e la limitata autonomia delle auto elettriche, la domanda dei consumatori è in costante aumento, trainata dal calo dei costi e dalla crescente varietà di modelli disponibili, supportata da investimenti governativi.

    Tuttavia, l’adozione dei veicoli elettrici è stata ancora relativamente lenta, rappresentando solo il 7,2% del mercato nell’ultimo trimestre.

    Questo, secondo Cox Automotive, solleva dubbi sulla capacità della domanda organica di giustificare gli enormi investimenti delle case automobilistiche nel settore delle auto elettriche.

    Biden | elettronauti. It
    Biden | elettronauti It

    Le case automobilistiche guardano con speranza agli incentivi proposti dall’amministrazione Biden per stimolare la domanda dei consumatori.

    L‘Environmental Protection Agency (EPA) sotto Biden ha proposto di far sì che i veicoli elettrici rappresentino fino a due terzi delle nuove auto vendute negli Stati Uniti entro il 2032, attraverso una combinazione di incentivi fiscali e restrizioni sul consumo di carburante.

    Inversione di rotta?

    Tuttavia, la minaccia di una possibile inversione di rotta politica sotto una presidenza Trump ha gettato incertezza sul futuro di questi investimenti.

    Barry Rabe, professore di politica pubblica e politica ambientale presso l’Università del Michigan, ha sottolineato che un’improvvisa svolta politica sarebbe destabilizzante per l’industria, che necessita di una certa stabilità per prosperare.

    Mentre Trump può essere scettico riguardo ai veicoli elettrici, molti legislatori del suo partito stanno abbracciando la transizione e capitalizzando sugli investimenti nel settore.

    Più della metà dei nuovi progetti di energia pulita annunciati dopo l’approvazione dell’IRA sono stati localizzati in distretti guidati dal GOP.

    La Georgia, ad esempio, è diventata un importante polo per i veicoli elettrici, ospitando sia fabbriche di produttori consolidati come Hyundai e Kia, che nuovi arrivati come Rivian.

    Il governatore repubblicano Brian Kemp ha persino promosso la Georgia come la “capitale della mobilità elettrica” del paese.

    Trump | elettronauti. It
    Trump | elettronauti It

    Trump ha espresso la sua opposizione ai veicoli elettrici, avvertendo che potrebbero danneggiare l’industria automobilistica americana. Il suo disprezzo per questa transizione è evidente nelle sue recenti dichiarazioni, in cui ha definito i veicoli elettrici una “bufala” che minaccia l’industria automobilistica statunitense e ha previsto che la loro produzione finirà per essere completamente spostata in Cina.

    Durante un incontro con lavoratori non sindacalizzati del settore automobilistico in Michigan, l’ex presidente Donald Trump ha sollevato preoccupazioni riguardo alla transizione verso i veicoli elettrici.

    Queste affermazioni si inseriscono in un contesto di discussione sulla politica ambientale, con Trump che ha promesso di revocare le ambiziose nuove norme sull’inquinamento automobilistico proposte dall’Environmental Protection Agency (EPA).

    Trump ha indicato la possibilità di rendere più difficile per i consumatori sfruttare il credito d’imposta di 7.500 dollari per i veicoli elettrici contenuto nell’Inflation Reduction Act.

    Queste mosse potrebbero influenzare gli investimenti delle aziende statunitensi nel settore dei veicoli elettrici e potrebbero favorire i produttori stranieri.

    Durante un’intervista alla CNBC, Trump ha ribadito le sue opinioni secondo cui i veicoli elettrici non sono ancora pronti per un’adozione diffusa.

    Tuttavia, le affermazioni di Trump non sono senza contestazione, sebbene abbia sollevato preoccupazioni valide riguardo alla rete di ricarica elettrica, alcune delle sue politiche potrebbero effettivamente ostacolare la transizione verso i veicoli elettrici negli Stati Uniti.

    La possibile revoca del credito d’imposta federale per i veicoli elettrici e la riduzione dei fondi per l’infrastruttura di ricarica potrebbero rallentare notevolmente il progresso verso la mobilità elettrica.

    Elettronauti. It - seguici su google news

    Mentre Trump mantiene il suo sostegno all’industria automobilistica tradizionale, rimangono incerti gli effetti delle sue politiche sull’adozione dei veicoli elettrici e sul futuro dell’industria automobilistica statunitense. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.

    Fonte

    Andrea Cornali
    Andrea Cornali
    Il mio interesse per il mondo elettrico è nato nel 2020, anno in cui ho iniziato a collaborare con Matteo. Da allora, la mia passione è cresciuta costantemente. Nel 2021, ho abbandonato la mia auto termica per passare a un veicolo elettrico. Ora, sono entusiasta di condividere la mia conoscenza in questo settore. Ogni giorno, cerco di combinare la mia passione per la tecnologia e l'attenzione per l'ambiente per contribuire in modo positivo al mondo che ci circonda.

    Nuova batteria CATL e Yutong, rivoluzione nel settore dei veicoli elettrici

    La nuova batteria CATL e Yutong, rivoluzione nel settore dei veicoli elettrici, promette una durata eccezionale fino a 1,5 milioni di chilometri.

    Tesla Supercharger – Le tariffe di ricarica aggiornate | Aprile 2024

    Le tariffe sempre aggiornate della più grande rete di ricarica a corrente continua del mondo. Tesla e i suoi Supercharger si espandono alla velocità della luce.

    Renault, si appresta a lanciare la Twingo elettrica con un prezzo inferiore a 20.000 euro

    Renault, si appresta a lanciare la Twingo EV con un prezzo inferiore a 20.000 euro, la produzione avrà luogo nello stabilimento sloveno di Novo Mesto dal 2026.