banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeInfrastrutture di ricaricaL'UE approva una legge che richiede i caricabatterie veloci EV lungo tutti...

    L’UE approva una legge che richiede i caricabatterie veloci EV lungo tutti i principali corridoi di trasporto entro il 2025

    Il Consiglio dell’Unione Europea (UE) ha adottato una nuova legge sulle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, definita una “pietra miliare” nella riduzione delle emissioni di carbonio nel settore dei trasporti europeo. A partire dal 2025, le stazioni di ricarica rapida e colonnine veloci dovranno essere presenti ogni 60 km lungo la “rete di trasporto transeuropea (TEN-T)“.

    L'UE approva una legge che richiede i caricabatterie veloci EV lungo tutti i principali corridoi di trasporto entro il 2025 | Elettronauti.it
    Infografica auto e furgoni in eu | elettronauti It

    La notizia attuale è l’ultimo capitolo del pacchetto “Fit for 55” del Consiglio dell’UE, concordato nel giugno 2022, prima che il Parlamento europeo e il Consiglio raggiungessero un accordo sulla proposta lo scorso marzo.

    L’obiettivo del pacchetto è quello di ridurre in modo significativo l’impronta di carbonio nel settore dei trasporti, costituito da autovetture, furgoni e veicoli pesanti attualmente afflitti dalle emissioni di combustibili fossili.

    L’ampio pacchetto invita l’UE a ridurre le emissioni nette di gas serra di almeno il 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990 e a raggiungere la neutralità climatica nel 2050. Il pacchetto include attualmente regolamenti per promuovere l’elettrificazione delle automobili e i carburanti alternativi nei segmenti dell’aviazione e del trasporto marittimo, rafforzando al contempo tutte le infrastrutture per alleviare l’ansia da autonomia dei cittadini che vengono esortati a passare all’elettricità.

    L'UE approva una legge che richiede i caricabatterie veloci EV lungo tutti i principali corridoi di trasporto entro il 2025 | Elettronauti.it
    Infografica cambiamento | elettronauti It

    Ora il Consiglio dell’UE ha annunciato l’adozione di una nuova legge che dovrebbe aumentare in modo significativo il numero di caricabatterie rapidi pubblici per veicoli elettrici lungo tutti i principali corridoi.

    La nuova legge sulle colonnine veloci dell’UE è ambiziosa ma ammirevole

    Il Consiglio dell’UE ha condiviso i termini normativi della sua ultima legge sui caricabatterie per veicoli elettrici, che richiede un’infrastruttura rafforzata in tutti i segmenti di trasporto del continente. Il passaggio ufficiale arriva settimane dopo che abbiamo trattato per la prima volta alcuni termini della legge proposta, che sono leggermente cambiati nelle ultime settimane.

    La nuova legge è una pietra miliare della nostra politica "Fit for 55" che prevede una maggiore capacità di ricarica pubblica nelle strade delle città e lungo le autostrade in tutta Europa. Siamo ottimisti sul fatto che nel prossimo futuro i cittadini potranno ricaricare le loro auto elettriche con la stessa facilità con cui oggi possono farlo nelle stazioni di servizio tradizionali.
    Raquel Sánchez Jiménez, membro del Consiglio dell’UE e ministro spagnolo dei trasporti, della mobilità e dell’agenda urbana, ha parlato della nuova legge sui caricabatterie per veicoli elettrici

    Ecco come sono stati definiti gli obiettivi di diffusione delle infrastrutture secondo il regolamento annunciato oggi:

    • A partire dal 2025, le stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici di almeno 150 kW per auto e furgoni dovranno essere installate ogni 60 km (37 miglia) lungo la rete dei principali corridoi di trasporto dell’UE (TEN-T)”.
    • Le stazioni di ricarica per veicoli elettrici pesanti con una potenza minima di 350 kW devono essere installate ogni 60 km lungo la rete centrale TEN-T e ogni 100 km (62 miglia) sulla rete TEN-T più ampia a partire dal 2025.A questo deve seguire la copertura completa della rete entro il 2030.
    • Le stazioni di rifornimento di idrogeno per auto e camion devono essere installate in tutte le aree urbane e ogni 200 km lungo la rete centrale TEN-T a partire dal 2030.
    • I porti marittimi che accolgono un numero minimo di grandi navi passeggeri o portacontainer devono fornire loro elettricità da terra entro il 2030.
    • Gli aeroporti devono fornire elettricità agli aeromobili fermi in tutti i gate entro il 2025 e in tutte le piazzole remote entro il 2030.

    Le regole generali

    I conducenti di veicoli elettrici o a idrogeno devono poter pagare facilmente presso i punti di ricarica o di rifornimento con carte di pagamento o dispositivi contactless e senza dover sottoscrivere un abbonamento.

    Le transazioni di ricarica devono prevedere la piena trasparenza dei prezzi.
    Gli operatori delle stazioni di ricarica o di rifornimento devono fornire ai consumatori informazioni complete per via elettronica sulla disponibilità, sui tempi di attesa o sui prezzi delle diverse stazioni.

    Il Consiglio dell’UE ha condiviso che ora che la sua ultima legge è stata adottata, i regolamenti sui caricabatterie per veicoli elettrici saranno pubblicati nella prossima rivista ufficiale dell’UE dopo l’estate ed entreranno in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Sei mesi dopo, le nuove regole saranno applicate nell’UE


    Qual’è la vostra opinione in merito?!

    Fonte

     


    Gianfranco Franzoni
    Gianfranco Franzonihttp://myelectrictales.eu
    Sono un Dinosauro nel Mondo dell'Informatica ed Automotive che ha operato in Italia e negli Stati Uniti ed ora ritirato dalle attività lavorative dedica tutto il proprio tempo supportando la transazione alla mobilità elettrica ed a diffondere le informazioni corrette per salvare ll salvabile in un ambiente compromesso ma in parte recuperabile, iniziando dai comportamenti di ogni singola persona.

    Nuova Dacia Spring 2024, le nostre impressioni di guida

    Dopo avervi elencato tutte le caratteristiche della nuova Dacia Spring 2024 è venuto il momento di scoprire ne nostre prime impressioni sulla piccola citycar.

    Aggiornati i motori elettrici per i primi clienti del Tesla Cybertruck

    Aggiornati i motori elettrici per i primi clienti del Tesla Cybertruck, dopo circa sei mesi dopo il debutto del Cybertruck negli Stati Uniti.

    Ecco la nuova Dacia Spring Electric 2024

    La regina delle citycar elettriche si aggiorna ancora. Attesa nel nostro Paese per l'estate, abbiamo avuto modo di provare per Voi la nuova Dacia Spring.