banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheUn ex dipendente Apple aiuterà GM a sbarazzarsi di CarPlay

    Un ex dipendente Apple aiuterà GM a sbarazzarsi di CarPlay

    La decisione di General Motors di abbandonare Android Auto e CarPlay a favore di Android Automotive ha già scatenato una grande controversia nel mondo automobilistico. La decisione di General Motors sembra ormai certa e senza ritorno. Nonostante le ambizioni della casa automobilistica agire il più velocemente possibile, il piano dovrà senza dubbio affrontare più ostacoli e l’opposizione di moltissimi clienti, prima di essere ampiamente adottato nell’intera gamma di veicoli elettrici.

    Mike Abbott, un ex dipendente Apple che ha lasciato il produttore di iPhone all’inizio di quest’anno, ha deciso di unirsi a General Motors ed aiutare l’azienda ad abbandonare CarPlay.

    Abbott è stato a capo del software iCloud per cinque anni prima di lasciare l’azienda a marzo, entrerà a far parte di General Motors come vicepresidente esecutivo del software.

    La casa automobilistica americana ha spiegato che Abbott, guiderà un team il cui obiettivo sarà “lo sviluppo di tecnologie e soluzioni software per veicoli e aziende”, contribuendo anche alla strategia software dell’azienda, sarà anche coinvolto nella fornitura di servizi e funzionalità digitali ai clienti al dettaglio e commerciali.

    ⚡️ Leggi anche: L’auto è migliore con Apple CarPlay o Android Auto?

    Senza dubbio, un ex dipendente Apple che apre la strada a un futuro senza Apple è piuttosto insolito, soprattutto considerando che il sostituto di General Motors è di proprietà Google.

    Android Automotive

    Un ex dipendente apple aiuterà gm a sbarazzarsi di carplay | elettronauti. It
    Android automotive | elettronauti It

    ⚡️ Leggi anche: L’Italia e la biodiversità a rischio

    L’inizio della transizione

    A partire dal 2024, GM inizierà la transizione graduale ad Android Automotive. Il sistema operativo per auto di Google non richiede un telefono cellulare per funzionare ed è installato a livello hardware in ogni veicolo. Grazie alla profonda integrazione dei servizi Google, Android Automotive offre funzionalità avanzate, come il supporto dei comandi vocali per la regolazione del climatizzatore, mentre Google Maps può aggiungere automaticamente soste per la ricarica ad un percorso quando il livello della batteria scende al di sotto di una determinata soglia.

    Sia i critici che i clienti vedono la strategia di GM come un passo importante verso un modello basato su abbonamento che alla fine trasformerebbe il sistema di infotainment in una macchina per fare soldi. I dirigenti di GM hanno già difeso questo piano in diverse occasioni, ma Nick Festa, direttore del business digitale presso la casa automobilistica americana, ha recentemente ammesso che alla fine un sistema di infotainment basato su Android Automotive potrebbe contribuire a generare entrate.

    Ciò non accadrà a breve termine, promette la società, poiché Android Automotive sarà disponibile gratuitamente per otto anni dopo l’acquisto del veicolo. La transizione verso un mondo senza CarPlay inizierà il prossimo anno e poi si estenderà gradualmente a tutti i veicoli elettrici della gamma GM.

    L’azienda afferma che solo i veicoli elettrici passeranno ad Android Automotive, mentre i modelli ICE rimarranno con Android Auto e CarPlay ancora per un po’. Tuttavia, la strategia a lungo termine di GM include una transizione completa da ICE a modelli a emissioni zero entro il 2035, quindi prima o poi tutti i veicoli abbandonerebbero il supporto per la proiezione di telefoni cellulari.

    Elettronauti. It - categoria general motors group

    Voi cosa ne pensate della scelta GM, mentre molti clienti Tesla chiedono che CarPlay venga reso disponibile anche per loro?

    Fonte

     


    Andrea Cornali
    Andrea Cornali
    Il mio interesse per il mondo elettrico è nato nel 2020, anno in cui ho iniziato a collaborare con Matteo. Da allora, la mia passione è cresciuta costantemente. Nel 2021, ho abbandonato la mia auto termica per passare a un veicolo elettrico. Ora, sono entusiasta di condividere la mia conoscenza in questo settore. Ogni giorno, cerco di combinare la mia passione per la tecnologia e l'attenzione per l'ambiente per contribuire in modo positivo al mondo che ci circonda.

    Fiat Grande Panda, il crossover elettrico da meno di 25.000 Euro

    La "cugina" della Citroën ë-C3 sta arrivando. Fiat ha presentato la Grande Panda. Design squadrato che ricorda il vecchio e inimitabile Pandino.

    E-mobility, bisogna dotarsi di un estintore?

    L'incendio di un veicolo ibrido o elettrico può avere conseguenze drammatiche e ciò rende obbligatorio equipaggiarsi di un estintore.

    Elon Musk: potrebbe essere giunta l’ora di uno Smartphone X

    Se ne è già parlato tempo fa in ambito tech. Sappiamo tutti che Elon Musk è una persona abbastanza imprevedibile. Oggi dice una cosa...