carrozzeria musesti
- Pubblicità -
More
    HomeEnergiaUn furgone elettrico e solare sul vulcano più alto del mondo

    Un furgone elettrico e solare sul vulcano più alto del mondo

    Scalare il vulcano più alto del mondo a quota 6.893 m con un furgone completamente elettrico: chi lo ha detto che i veicoli commerciali sono destinati alla sola città?

    Questa è l’avventura che ha compiuto, o quasi, il team svizzero di Peak Evolution, composto dai 3 amici e ingegneri David, Patrik, e David, che hanno provato a raggiungere la cima del vulcano cileno Ojos del Salato, nella regione di Atacama, a bordo di un Aebi VT450 originariamente alimentato da un impianto a gas ed ora convertito in elettrico.

    L’obiettivo della missione era quello di battere il record mondiale di altitudine raggiunta da un veicolo, pari a 6.694m, e dimostrare le potenzialità della mobilità elettrica.

    Per compiere l’impresa non è stato nascosto nessun generatore diesel nel baule; l’unico “carburante” utilizzato era l’energia del sole, catturata mediante dei moduli fotovoltaici.

    Un furgone elettrico e solare sul vulcano più alto del mondo | elettronauti. It
    Impianto fotovoltaico a terra fonte peak evolution | elettronauti It

    Il veicolo: motori, batteria e impianto fotovoltaico

    Il veicolo utilizzato era un furgone VT450 originariamente alimentato da un motore a combustione e convertito in elettrico mediante due motori Bosch da 120 kW ciascuno.

    Le 3 batterie agli ioni di litio montate su questo prototipo sono state fornite dalla società svizzera EcoVolta, con una tensione nominale di 300V ed una capacità di 90 kWh, in grado di garantire fino a 200 Km di autonomia; nella versione definitiva che verrà commercializzata, sarà estendibile fino ad una capacità di 140 kWh in base alle esigenze.

    Per affrontare al meglio il tracciato desertico e roccioso sono stati montati degli pneumatici da 42″ e due vericelli di emergenza, mentre il box dove il team trovava rifugio ed alloggiava la notte, era realizzato tramite dei pannelli sandwich ed isolato termicamente.

    L’impianto fotovoltaico da 10,7 kWp

    L’impianto fotovoltaico utilizzato per ricaricare le batterie di trazione e alimentare le utenze del furgone era costituito da 28 moduli da 385W cadauno ed efficienza del 22,5%, di cui 4 installati a tetto e 24 posati a terra, per una potenza complessiva pari a 10,7 kWp.

    Un furgone elettrico e solare sul vulcano più alto del mondo | elettronauti. It
    Vano tecnico fonte peak evolution | elettronauti It

    I moduli fotovoltaici erano collegati a 5 regolatori di carica Studer Innotec VT65 per la regolazione della corrente continua in uscita dall’impianto fotovoltaico e la carica delle batterie ausiliarie a 24Vdc; di questi, uno era sempre acceso e collegato ai 4 moduli sul tetto, e gli altri 4 in funzione quando collegati ai moduli fotovoltaici posizionati a terra.

    La presenza di 5 regolatori di carica garantiva inoltre di avere 5 MPPT (Maximum Power Point Tracker) per la ricerca del punto di massima potenza, e quindi potenzialmente 5 stringhe con esposizione differente, considerando che i moduli fotovoltaici collegati allo stesso MPPT devono avere la stessa esposizione per garantire il corretto funzionamento.

    Per la ricarica delle batterie di trazione sono stati utilizzati 3 convertitori DC/DC Brusa BSC614 per la trasformazione della tensione da 24Vdc a 300Vdc, e la mancanza della conversione DC/AC garantiva una perdita di efficienza minore, secondo quanto dichiarato.

    Se l’impianto fotovoltaico avesse prodotto a potenza costante, il pacco batteria sarebbe potuto essere ricaricato dallo 0 al 100% in un tempo compreso dalle 12 alle 15 ore, condizione però difficile da raggiungere, come d’altronde anche una scarica fino allo 0%.

    Infine, la corrente continua generata dai moduli fotovoltaici era convertita in corrente alternata a 230V mediante un inverter Studer Innotec AJ2400 da 2,4 kW, per alimentare gli utensili, i computer e le attrezzature interne con cui il team ha lavorato in viaggio.

    L’impresa (quasi) riuscita con un furgone elettrico

    Un furgone elettrico e solare sul vulcano più alto del mondo | elettronauti. It
    Furgone sulla neve fonte peak evolution | elettronauti It

    Il furgone è partito dalla base svizzera di Peak Evolution a settembre 2023 per raggiungere il porto di Rotterdam, in Olanda, dove è stato imbarcato su una nave alla volta del Cile.

    Dopo aver raggiunto la regione di Atacama i tre hanno iniziato la scalata verso la cima, attraversando terreni desertici e raggiungendo dapprima il lago salato Maricunga, a quota 3.700m, e poi Laguna Verde, a quota 4.500m, dove si sono fermati per acclimatarsi.

    Anche per la batteria è stato un ottimo stress test, passando da temperature roventi e ventose durante la giornata, a temperature fino a 10 gradi sotto lo zero durante la notte.

    Il primo record è stato ottenuto a quota 5.950m, superando l’altitudine massima mai raggiunta da un veicolo elettrico, mentre il viaggio è stato concluso dopo un ghiacciaio a quota 6.510m, per evitare di mettere ulteriormente sotto sforzo il prototipo di furgone.


    Un furgone elettrico alimentato unicamente con l’energia solare; cosa ne pensi di questa impresa?

    Fonte | Via

    0 0 voti
    Article Rating
    Iscriviti
    Notificami
    0 Commenti
    i feedback inline
    Vedi tutti i commenti
    ARTICOLI SIMILI

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas.

    E se un giorno gli astronauti mangiassero “riso di manzo” coltivato?

    Dalla Corea arriva una nuova invenzione particolare. Si tratta di un ibrido composto da carne di manzo coltivata sui chicchi di riso.

    Scout Motors apre il cantiere statunitense dove costruirà i suoi pick-up off-road completamente elettrici

    Scout Motors ha raggiunto un importante traguardo con l'apertura nella Carolina del Sud del suo futuro centro di produzione di pick-up elettrici.

    La neve per pochi è un emblema del cambiamento climatico in atto

    Se guardiamo la neve, i ghiacciai e le montagne il cambiamento climatico si fa più "consistente" e visibile.
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    581FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    Rivian crolla del 25% in un giorno

    Elon Musk lo aveva predetto, e se parla di BEV va ascoltarlo. Stiamo parlando di Rivian, il produttore di pick-up elettrici, quindi rivale di Tesla Cybertruck.

    Mercedes troppo ottimistica sull’elettrico. Punti di vista?

    L'azienda tedesca Mercedes avrebbe rivisto i piani per il futuro, come già fatto da altre compagnie tedesche quali BMW, Volkswagen e Audi.

    Il lato oscuro del limite dei 30 km/h

    Città a 30 km/h? Non sono tutte rose e fiori. Mettiamo a confronto i risvolti positivi rispetto ai nascosti risvolti negativi.

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni ’20

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni '20, una berlina, un SUV ed una compatta.