banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAmbienteExxonMobil inizia le trivellazioni di litio negli Stati Uniti per diventare leader...

    ExxonMobil inizia le trivellazioni di litio negli Stati Uniti per diventare leader nella fornitura. Svolta ambientalista o solo questione di soldi?

    ExxonMobil si prende una piccola pausa dal rapporto con i “baroni del petrolio” per investire tempo e denaro in una nuova e promettente impresa: il litio.

    Riportiamo un po’ di storia di questa grande azienda che ha iniziato a trivellare negli Stati Uniti per trovare un altro materiale terrestre dal quale trarre enormi profitti, sperando di diventare un fornitore leader di litio, fondamentale per l’attuale chimica delle batterie dei veicoli elettrici, entro la fine del decennio.

    ExxonMobil – Diventa pulita?

    ExxonMobil è l’attuale iterazione multinazionale di una società di gas la cui storia risale alla Standard Oil di John D. Rockefeller alla fine del 1800. Da allora, l’azienda ha aiutato il mondo a spostarsi con veicoli a combustione, a spese della Madre Terra e del futuro dell’umanità.

    Exxonmobil inizia le trivellazioni di litio negli stati uniti per diventare leader nella fornitura. Svolta ambientalista o solo questione di soldi? | elettronauti. It
    Esemplificazione dellindustria nera del petrolio | elettronauti It

    La storia nell’ambientalismo di ExxonMobil è sporca quanto il petrolio che produce. Negli anni la compagnia petrolifera ha contribuito solo in minima parte alla ricerca ed allo sviluppo di alternative di carburante più pulite e sostenibili. Ci sono prove che l’azienda era chiaramente a conoscenza degli effetti dei combustibili fossili sul riscaldamento globale già negli anni ’70, ma si è adoperata di proposito per dipingere all’opinione pubblica un’immagine diversa.

    Difficile pensare che gli investimenti per l’estrazione del Litio, siano dovuti ad un ravvedimento per contribuire a salvare il pianeta, dopo aver negato per anni le motivazioni del cambiamento climatico e dei danni provocati dalla combustione e dai suoi residui che la massa crescente di veicoli stava generando.

    Quasi tutte le case automobilistiche tradizionali oggi hanno promesso di eliminare inevitabilmente le vendite di veicoli a combustione nei prossimi dieci anni, stabilendo una scadenza per i nuovi veicoli a gas ed una certa riduzione della domanda di combustibili fossili. Per questo motivo, abbiamo visto conglomerati petroliferi come Shell iniziare ad avventurarsi nelle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, cercando di sostituire le attuali pompe di benzina con pile di ricarica per i veicoli elettrici.

    Exxonmobil inizia le trivellazioni di litio negli stati uniti per diventare leader nella fornitura. Svolta ambientalista o solo questione di soldi? | elettronauti. It
    Impianti per estrazione mineraria del litio | elettronauti It

    E’ solo una questione di soldi, anche per ExxonMobil

    La ExxonMobil ha annunciato di aver ufficialmente avviato la prima fase del suo progetto di produzione di litio nel Nord America, nel sud-ovest dell’Arkansas, con un nuovo sub-brand, Mobil Lithium. All’inizio di quest’anno la ExxonMobil ha acquistato 120.000 acri lordi della formazione Smackover in Arkansas, un’area considerata una delle maggiori risorse di litio del Nord America.

    La ExxonMobil sta utilizzando il suo know-how nelle trivellazioni petrolifere per iniziare ad approvvigionarsi e sebbene la notizia sia in qualche modo gradita, meglio sicuramente estrarre litio al posto del petrolio, di sicuro non si tratta di salvare il pianeta.

    La ExxonMobil punta a capitalizzare l’enorme domanda di litio, iniziando a perforare i preziosi giacimenti di salamoia, ricchi di litio a circa 3.000 metri di profondità, per proporsi come leader nelle forniture di materiali per i Veicoli Elettrici.

    Il litio è essenziale per la transizione energetica e la ExxonMobil ha un ruolo di primo piano nell'aprire la strada all'elettrificazione. Questo importante progetto applica decenni di esperienza della ExxonMobil per sbloccare vaste forniture di litio nordamericano con un impatto ambientale di gran lunga inferiore rispetto alle operazioni minerarie tradizionali. Questo progetto è vantaggioso per tutti. È un esempio perfetto di come la ExxonMobil possa migliorare la sicurezza energetica del Nord America, espandere le forniture di un materiale industriale critico e consentire la continua riduzione delle emissioni associate al trasporto, che è essenziale per raggiungere gli obiettivi di una società a zero emissioni.
    Dan Ammann, il presidente delle soluzioni a basse emissioni di carbonio della ExxonMobil
    Exxonmobil inizia le trivellazioni di litio negli stati uniti per diventare leader nella fornitura. Svolta ambientalista o solo questione di soldi? | elettronauti. It
    Estrazione litio dalla salamoia | elettronauti It

    La ExxonMobil intende utilizzare la tecnologia di estrazione diretta del litio (DLE) per separare il litio dall’acqua salata utilizzando i metodi convenzionali di perforazione di petrolio e gas anziché l’estrazione mineraria. Secondo l’azienda, questo metodo produce meno emissioni di carbonio e richiede meno terreno. Dopo che il litio è stato separato dalla salamoia e convertito in loco in materiale per batterie per veicoli elettrici, l’acqua salata rimanente viene iniettata nuovamente nel terreno.

    Con la prima fase in corso, la ExxonMobil prevede di iniziare la produzione di litio nel 2027, mentre contemporaneamente esplora altre opportunità di approvvigionamento di materiali per veicoli elettrici a livello globale. Entro il 2030, la ExxonMobil spera di produrre una quantità di litio sufficiente a rifornire oltre un milione di veicoli elettrici all’anno.

    Elettronauti. It - categoria ambiente

    Fateci sapere come la pensate sulle aziende petrolifere che dichiarano di essere interessate a raggiungere obiettivi di società a zero emissioni.

    Fonte

     


    Gianfranco Franzoni
    Gianfranco Franzonihttp://myelectrictales.eu
    Sono un Dinosauro nel Mondo dell'Informatica ed Automotive che ha operato in Italia e negli Stati Uniti ed ora ritirato dalle attività lavorative dedica tutto il proprio tempo supportando la transazione alla mobilità elettrica ed a diffondere le informazioni corrette per salvare ll salvabile in un ambiente compromesso ma in parte recuperabile, iniziando dai comportamenti di ogni singola persona.

    L’hypercar OWL di Aspark diventa l’EV più veloce del mondo con 438,7 km/h

    C'è una nuova hypercar elettrica a dar fastidio a Tesla e Rimac, la giapponese Aspark OWL, con l'aiuto dell'italiana Manifattura Automobili Torino, ha...

    Fiat Grande Panda, il crossover elettrico da meno di 25.000 Euro

    La "cugina" della Citroën ë-C3 sta arrivando. Fiat ha presentato la Grande Panda. Design squadrato che ricorda il vecchio e inimitabile Pandino.

    E-mobility, bisogna dotarsi di un estintore?

    L'incendio di un veicolo ibrido o elettrico può avere conseguenze drammatiche e ciò rende obbligatorio equipaggiarsi di un estintore.