banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheGli ingegneri Saab sviluppano il progetto segreto dell'auto elettrica NEVS Emily GT

    Gli ingegneri Saab sviluppano il progetto segreto dell’auto elettrica NEVS Emily GT

    La storia del progetto segreto NEVS Emily GT è interessante quanto l’auto elettrica stessa, così come il percorso produttivo della svedese Saab, il cui spirito aziendale, dopo il fallimento nel dicembre del 2011, non solo non è morto, ma è rimasto vivo e vegeto, infatti la NEVS EMILY GT è nata sotto la guida di Peter Daul, ex ingegnere senior di Saab.

    Gli ingegneri saab sviluppano il progetto segreto dell'auto elettrica NEVS Emily GT
    Nevs emily gt posteriore | elettronauti It

    ⚡️ Leggi anche: Tesla lancia la Model 3 LR da 634 km di autonomia

    Partiamo da lontano e rendiamo omaggio a Saab un importante marchio che ha contribuito con prodotti di alta qualità alla storia dell’automobile.

    Come produttrice di aerei, l’azienda svedese entrò nel mercato automobilistico nel 1949, si espanse negli Stati Uniti nel 1956 con notevole successo iniziale ed un picco di vendite di oltre 47.000 vetture nel 1986.

    Gli ingegneri saab sviluppano il progetto segreto dell'auto elettrica NEVS Emily GT | Elettronauti.it
    Nevs emily gt linea fiancata | elettronauti It

    Nell’anno 2000 Saab venne acquistata da General Motors che registrando cali di vendite, divenuti significativi durante la crisi globale del 2008-2009, tentò di venderla a Koeningsegg, ma la trattativa non andò in porto. Nel 2010 Saab venne acquistata dall’olandese Spyker, ma era ormai tardi per far risorgere il marchio, nel 2011 Saab Automobile AB, venne dichiarata in bancarotta e nel dicembre dello stesso anno, dopo diversi mesi di lotta, per rimanere a galla, fallì.

    ⚡️ Leggi anche: Storia dell’auto elettrica – Parte #8 l’elettromobile

    Tutti i beni dell’azienda vennero venduti alla National Electric Vehicle Sweden, NEVS appunto. La NEVS ha lottato per mantenere la proprietà svedese, ma alla fine ha ceduto al gigante immobiliare cinese Evergrande Group nel 2019.

    L’atto finale di Saab e forse un futuro per NEVS Emily GT

    Evergrande Group, tra le industrie immobiliari cinesi la più indebitata in Dollari, scatenò la peggior crisi immobiliare della Cina e le ricadute si ebbero anche su NEVS che fu costretta a chiudere le attività di sviluppo del prodotto nell’aprile di quest’anno 2023, ma non prima che fosse stato sviluppato il progetto segreto dell’auto elettrica NEVS Emily GT.

    Svincolato dagli impegni di non diffusione, Peter Daul ha rivelato l’auto sul suo profilo LinkedIn, dicendo:

    “Finalmente possiamo rivelare uno tra tutti, i progetti segreti su cui NEVS ha lavorato”. Nel post, ha condiviso un articolo di Swedish Auto Motor & Sport, che ha affermato di essere la prima pubblicazione ad aver testato la nuova auto elettrica.

    Dalle notizie trapelate, la NEVS Emily GT è alimentata da quattro motori elettrici da 120-hp, uno su ogni ruota, per un totale di 480 CV. Nel frattempo, è in lavorazione una versione aggiornata con un totale di 653 CV e 2.200 nm (1.622 lb-ft) di coppia, che consentono lo 0 – 100 km/h  in 3,2 secondi.

    Una batteria da 175 kWh consentirà all’auto elettrica di percorrere oltre 1.000 km (621 miglia) con una carica completa

    Quando i prototipi sono stati introdotti per la prima volta, Evergrande e NEVS avevano i soldi per lanciare la vettura, ma la crisi indotta dalla pandemia nel 2020 ha fatto deragliare la missione.

    Gli ingegneri saab sviluppano il progetto segreto dell'auto elettrica NEVS Emily GT | Elettronauti.it
    Nevs emily gt 34 posteriore | elettronauti It

    Daul dice che è il progetto più gratificante che ha avuto il privilegio di gestire, con un team di circa 350 ingegneri e tecnici che lo hanno sviluppato nell’arco di circa dieci mesi.

    Secondo Daul, i diritti IP per il progetto segreto NEVS Emily GT sono in vendita.

    Collegandosi al website di NEVS, si può leggere il laconico messaggio di cessazione attività da aprile 2023, che loro definiscono di “ibernazione”, definizione che calza a pennello per un’azienda dell’estremo Nord, però viene comunicato che le attività commerciali e amministrative continueranno, per il momento, chi è interessato ad acquistare i loro immobili, ma crediamo noi, con ogni probabilità anche progetti, può contattarli via eMail.


    A voi piace questa nuova nata svedese? Pensate che possano trovare qualche investitore interessato a produrla? Fateci conoscere il vostro pensiero.

    Fonte

    1. Sehr interessantes Fahrzeug, würde mich über weitere Informationen freuen. Bin begeistert, es wäre das richtige Fahrzeug für meine Frau und…

     


    Gianfranco Franzoni
    Gianfranco Franzonihttp://myelectrictales.eu
    Sono un Dinosauro nel Mondo dell'Informatica ed Automotive che ha operato in Italia e negli Stati Uniti ed ora ritirato dalle attività lavorative dedica tutto il proprio tempo supportando la transazione alla mobilità elettrica ed a diffondere le informazioni corrette per salvare ll salvabile in un ambiente compromesso ma in parte recuperabile, iniziando dai comportamenti di ogni singola persona.

    Kia sta testando un pick-up elettrico

    Il primo pick-up elettrico di Kia è stato avvistato in fase di test negli Stati Uniti, mentre il marchio si prepara a lanciare una nuova gamma di..

    XPeng testa con successo il pilota automatico sulle strade tedesche, il lancio europeo potrebbe essere imminente

    XPeng testa con successo il pilota automatico in Germania, il lancio europeo potrebbe essere imminente, ha percorso in sicurezza le autostrade tedesche.

    Accise sulle BEV??

    I vampiri del fisco sono all’opera per spostare la tassazione dai carburanti fossili (le odiate accise) alle auto elettriche. Il ministro Giorgetti sta...