banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAmbienteQuesta coppia di "pazzi" sta guidando un'auto elettrica fino al Polo Sud

    Questa coppia di “pazzi” sta guidando un’auto elettrica fino al Polo Sud

    Viaggiare dal Polo Nord magnetico fino al Polo Sud per circa 27.000 Km su una vettura completamente elettrica: è l’avventura che stanno compiendo Chris Ramsey e sua moglie Julie a bordo di una Nissan Ariya.

    La gente li ha definiti “pazzi” per questa spedizione perché non è mai stata fatta prima, nemmeno con altre tipologie di automobili.

    Chris Ramsey di Plug in Adventures e sua moglie Julie, già nel 2017 avevano completato il Mongol Rally da Londra alla Siberia meridionale con un veicolo elettrico da 30 kWh.

    Questa collaborazione con Nissan vuole dimostrare che compiere un viaggio in elettrico è possibile anche da un capo all’altro del mondo e con le temperature più estreme.

    Questa coppia di "pazzi" sta guidando un'auto elettrica fino al Polo Sud | Elettronauti.it
    Chris e julie ramsey con la nissan ariya fonte pole to pole ev | elettronauti It

    Il viaggio, chiamato Pole to Pole, è cominciato a marzo del 2023 a bordo di una Nissan Ariya e-4ORCE modificata e prevede il passaggio in 14 diversi Paesi, incontrando paesaggi glaciali con temperature di -30°C, montagne, giungle e dune del deserto.

    Avevamo già parlato di loro prima della partenza nell’articolo “Una Nissan Ariya per un’avventura estrema“, e ora andremo a vedere a che punto del viaggio si trovano e quali sono le insidie che stanno trovando.

    Fino ad ora i Ramsey hanno percorso i paesaggi ghiacciati dell’Artico, il Canada, gli Stati Uniti e gran parte del Messico, ed è possibile seguire il loro viaggio tramite la mappa interattiva sul sito Pole to Pole EV.

    Questa coppia di "pazzi" sta guidando un'auto elettrica fino al Polo Sud | Elettronauti.it
    Tragitto percorso dai ramsey fonte pole to pole ev | elettronauti It

    Nissan Ariya: come è allestita la vettura?

    La Nissan Ariya in questione è stata modificata dall’azienda islandese Arctic Trucks per affrontare le condizioni estreme del viaggio.

    Il modello, rinominato “AT39“, non è poi così lontano dalla versione originale; il pacco batteria è da 87 kWh, sono rimaste le sospensioni originali Nissan, seppure siano state leggermente rialzate, sono stati aggiunti alcuni ganci traino e sono stati rinforzati il telaio ed il sottoscocca.

    Gli pneumatici installati sono dei BFGoodrich KO2 da 39 pollici, che hanno richiesto la modifica dei passaruota e l’aggiunta di parafanghi; per la loro installazione è stato necessario tagliare parte della portiera.

    Nella foto a seguire si può vedere l’AT39 a fianco di una Nissan Ariya standard.

    Questa coppia di "pazzi" sta guidando un'auto elettrica fino al Polo Sud | Elettronauti.it
    At39 a fianco di una ariya standard fonte electrek | elettronauti It

    Autonomia e ricarica: come fanno i Ramsey?

    Come riporta la testata Electrek, a causa delle modifiche sul raggio delle gomme, il tachimetro ed il contachilometri non sono più calibrati correttamente, pertanto i Ramsey non sono in grado di testare la reale autonomia del veicolo mediante il computer di bordo.

    Secondo il GPS installato a bordo, la distanza maggiore percorsa tra una ricarica e l’altra è di 262Km, con il 18% di autonomia residua in batteria.

    Sicuramente quando giungeranno al Polo Sud le condizioni climatiche saranno diverse rispetto a quelle nel Nord America, pertanto sarà necessario adottare alcune precauzioni.

    Per esempio la tenda che è posizionata sul tetto sarà sostituita con una struttura in grado di avvolgere l’intera vettura, intrappolando il calore del sole polare per mantenere al caldo sia i Ramsey che l’autovettura, preservando la batteria.

    Chris Ramsey stima che guidare su neve e ghiaccio con temperature fino a -40°C farà consumare all’auto fino all’1% di batteria ogni chilometro percorso, il che significherà incrementare notevolmente la frequenza delle ricariche nei circa 1400Km di Antartide.

    La ricarica del veicolo sarà effettuata mediante dei moduli fotovoltaici installati verticalmente per sfruttare meglio le radiazioni solari, che a latitudini così estreme sono “basse” rispetto all’orizzonte.

    Questa coppia di "pazzi" sta guidando un'auto elettrica fino al Polo Sud | Elettronauti.it
    Nissan ariya at39 in carica fonte pole to pole ev | elettronauti It

    Quando l’energia solare non sarà sufficiente utilizzeranno un generatore a benzina; questo sicuramente verrà criticato dai detrattori dei veicoli elettrici, ma il vantaggio delle auto a batteria è che possono essere ricaricate mediante l’energia solare, eolica, idroelettrica e addirittura attraverso il petrolio qualora ti trovassi in mezzo ai ghiacci dell’Antartide.

    Per il resto Ramsey ha detto che fino a questo punto del viaggio, al di fuori delle regioni polari, non è stato difficile trovare le stazioni di ricarica, dopotutto l’elettricità è ovunque, e tra i vari sponsor possono contare sull’appoggio di Enel X Way.

    Gli obiettivi della spedizione: il cambiamento climatico in primo piano

    Il viaggio avrà una durata di circa 9 mesi, tempi dettati in gran parte dalle condizioni meteorologiche ai due poli.

    In primavera, alla partenza dal Polo Nord, avevano a disposizione molte ore di luce ma era presente una grande quantità di ghiaccio marino, che a causa dei cambiamenti climatici si sta ritirando.

    Infatti, come riportato da Electrek, la coppia ha dovuto affrettarsi ad uscire dalla regione Artica prima che le strade di ghiaccio si sciogliessero, perché i periodi operativi stanno diventando più brevi a causa dello scioglimento del ghiaccio.

    Questa coppia di "pazzi" sta guidando un'auto elettrica fino al Polo Sud | Elettronauti.it
    Nissan ariya at39 in viaggio sulla neve fonte pole to pole ev | elettronauti It

    In Antartide invece le spedizioni non sono consentite prima di novembre, e questo periodo corrisponde ai mesi di maggiori ore solari che quindi gli permetteranno di sfruttare meglio i moduli fotovoltaici per caricare la Ariya.

    La nostra missione è dimostrare che i veicoli elettrici possono affrontare gli ambienti più difficili, dal freddo pungente dei poli alle giungle calde e umide del Sud America, e illustrare che possono soddisfare le esigenze dei conducenti di tutto il mondo e incoraggiare il passaggio al trasporto a zero emissioni. A tal fine, siamo entusiasti che Nissan si sia unita alla spedizione.
    Chris Ramsey, fondatore di Pole to Pole Expedition

    Julie vuole poi utilizzare il viaggio per vedere e comunicare gli sforzi nell’elettrificazione messi in atto dalle varie comunità locali.

    La coppia ha visitato la miniera New Afton Mine dove vengono estratti rame, oro e argento utilizzando veicoli completamente elettrici, ha assistito alla gara di Formula-e a Portland e partecipato al Northwest Overland Rally.

    È possibile seguire il viaggio tra i due poli di Chris e Julie Ramsey sul sito Web o Linktree e addirittura seguirli dal vivo sulla mappa interattiva.


    Pensi che i Ramsey siano “pazzi” a fare questo viaggio?

    Fonte 1 | Fonte 2

    1. Sehr interessantes Fahrzeug, würde mich über weitere Informationen freuen. Bin begeistert, es wäre das richtige Fahrzeug für meine Frau und…

     


    Lorenzo
    Lorenzo
    Appassionato di tutte le forme di energia, in particolare di quelle rinnovabili, che credo siano il vero valore aggiunto per una mobilità sostenibile. Con le auto elettriche è stato amore grazie ad un retrofit tra i banchi di scuola.

    Kia sta testando un pick-up elettrico

    Il primo pick-up elettrico di Kia è stato avvistato in fase di test negli Stati Uniti, mentre il marchio si prepara a lanciare una nuova gamma di..

    XPeng testa con successo il pilota automatico sulle strade tedesche, il lancio europeo potrebbe essere imminente

    XPeng testa con successo il pilota automatico in Germania, il lancio europeo potrebbe essere imminente, ha percorso in sicurezza le autostrade tedesche.

    Accise sulle BEV??

    I vampiri del fisco sono all’opera per spostare la tassazione dai carburanti fossili (le odiate accise) alle auto elettriche. Il ministro Giorgetti sta...