banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeAIRobotaxi Hyundai Ioniq 5: da Singapore alle strade americane

    Robotaxi Hyundai Ioniq 5: da Singapore alle strade americane

    Hyundai Motor Group e Motional, con la collaborazione di Aptiv, hanno iniziato a produrre i primi robotaxi Hyundai Ioniq 5 nello stabilimento di Singapore (HMGICS). I veicoli, che saranno utilizzati nelle città americane, sono dotati di tecnologia di guida autonoma di livello 4 SAE e di un design moderno e confortevole.

    La produzione dei robotaxi Hyundai Ioniq 5 a Singapore è stata avviata a novembre 2023 e le prime unità sono già state consegnate a Motional. I veicoli saranno sottoposti a rigorosi test di sicurezza prima di essere messi in servizio commerciale negli Stati Uniti, a partire dal 2024, inizialmente nella città di Las Vegas.

    I robotaxi Hyundai Ioniq 5 sono alimentati da un motore elettrico da 225 kW e da una batteria da 74 kWh che offrono un’autonomia di circa 450 chilometri. Il veicolo è dotato di un sistema di guida autonoma che utilizza una combinazione di sensori, tra cui radar, lidar e telecamere, per rilevare e comprendere l’ambiente circostante.

    Il design della vettura è pari alla versione ad uso personale, con lievi modifiche interne, rese necessarie per offrire un viaggio confortevole e sicuro ai passeggeri con ampio spazio interno, sedili confortevoli e con un sistema di infotainment avanzato.

    L’arrivo dei robotaxi negli Stati Uniti rappresenta un passo importante nello sviluppo della mobilità autonoma. I veicoli hanno il potenziale per rivoluzionare il modo in cui ci muoviamo nelle nostre città, rendendo i viaggi più convenienti, efficienti e sostenibili.

    Hyundai ioniq 5 a guida autonoma di lyft anteriore
    Hyundai ioniq 5 a guida autonoma di lyft anteriore

    I vantaggi dei robotaxi Hyundai Ioniq 5

    I robotaxi Hyundai Ioniq 5 offrono una serie di vantaggi rispetto ai veicoli tradizionali. Innanzitutto, sono più efficienti dal punto di vista energetico. Come sappiamo a parità di costi, la controparte termica disperde decisamente molta più energia. Ciò significa che possono ridurre le emissioni di gas serra e contribuire a migliorare la qualità dell’aria nelle nostre città.

    In secondo luogo, i robotaxi sono più sicuri, in quanto possono evitare incidenti causati da errori umani come distrazione, eccesso di velocità e mancata precedenza. Ciò è particolarmente importante nelle aree metropolitane, dove il traffico intenso e la distrazione sono frequenti.

    In terzo luogo, i robotaxi possono offrire un servizio più conveniente e accessibile. In quanto non richiedono un conducente umano, e quindi possono essere offerti a prezzi più bassi rispetto ai taxi tradizionali.

    Le sfide da affrontare

    L’introduzione dei robotaxi negli Stati Uniti dovrà affrontare una serie di sfide, come è già successo per Waymo in altre città. Innanzitutto, sarà necessario sviluppare una legislazione che regolamenti l’uso di questi veicoli. In secondo luogo, sarà necessario costruire un’infrastruttura che supporti la guida autonoma, come ad esempio sistemi di segnaletica avanzati e sistemi di comunicazione tra veicoli.

    Nonostante le sfide, l’arrivo dei robotaxi Hyundai rappresenta un passo importante nello sviluppo della mobilità autonoma. I veicoli hanno il potenziale per rivoluzionare il modo in cui ci muoviamo nelle nostre città, rendendo i viaggi più convenienti, efficienti e sostenibili.


    Noi siamo pronti a scommettere su un futuro migliore e più sicuro, siete pronti a fare altrettanto?

    Fonte

     


    Simone Torresan
    Simone Torresan
    Appassionato ad imparare di tutto, ma nello specifico insegno a guidare (bene) ormai dal 2005. Tecnologia e video games addicted, amo il cibo, i viaggi e il nostro pianeta. Senza musica non saprei stare. Hic et nunc.

    L’hypercar OWL di Aspark diventa l’EV più veloce del mondo con 438,7 km/h

    C'è una nuova hypercar elettrica a dar fastidio a Tesla e Rimac, la giapponese Aspark OWL, con l'aiuto dell'italiana Manifattura Automobili Torino, ha...

    Fiat Grande Panda, il crossover elettrico da meno di 25.000 Euro

    La "cugina" della Citroën ë-C3 sta arrivando. Fiat ha presentato la Grande Panda. Design squadrato che ricorda il vecchio e inimitabile Pandino.

    E-mobility, bisogna dotarsi di un estintore?

    L'incendio di un veicolo ibrido o elettrico può avere conseguenze drammatiche e ciò rende obbligatorio equipaggiarsi di un estintore.