carrozzeria musesti
- Pubblicità -
More
    HomeAuto ElettricheStellantis e Ample collaborano per il "Battery Swap"

    Stellantis e Ample collaborano per il “Battery Swap”

    Il gruppo italo-francese Stellantis ha firmato un accordo con la start-up americana Ample per adottare il “battery Swap“, il sistema di sostituzione della batteria.

    Questo accordo prevede l’implementazione della soluzione “Modular Battery Swapping” all’interno dei veicoli elettrici di Stellantis, e i primi test inizieranno a partire dal 2024 su una flotta di 100 Fiat 500e impiegate nel servizio di car sharing Free2move a Madrid.

    Le batterie modulari di Ample permetterebbero a Stellantis di sostituire le batterie originali dei suoi veicoli elettrici senza dover ri-progettare da zero le piattaforme, e i tempi tecnici per la realizzazione delle stazioni di scambio in aree pubbliche sono di tre giorni.

    In seguito alle prime fasi iniziali di test, le due aziende puntano ad espandere questa tecnologia anche su altre aree geografiche e su altre piattaforme.

    Cos’è il Battery Swap e come funziona?

    Stellantis e ample collaborano per il "battery swap" | elettronauti. It
    Fiat 500e battery swap fonte stellantis | elettronauti It

    Il “Battery Swap“, tradotto in italiano come “scambio della batteria”, è un sistema che prevede la sostituzione della batteria scarica con un’altra batteria già carica, al posto del tradizionale processo di ricarica della batteria presso le colonnine pubbliche.

    Il suo funzionamento si basa innanzitutto sulla presenza di un’infrastruttura di stazioni di scambio, che contengono al loro interno le batterie e provvedono a ricaricarle quando queste sono scariche oppure non utilizzate.

    L’utente che deve effettuare il “rifornimento” si reca presso una stazione, ed un sistema automatizzato provvede a smontare la batteria scarica e a rimontarne una carica.

    Ample dichiara che la sostituzione del pacco batteria avviene in circa cinque minuti.

    Pro e contro

    il grande “pro” di questa tecnologia è portato sicuramente dal tempo impiegato per la sostituzione della batteria, inferiore al tradizionale processo di ricarica.

    In un’ottica complessiva occorre però valutare che il processo di ricarica “fast” sulle attuali vetture elettriche risulta sempre più veloce ed efficiente, tanto che su molte auto anche di fascia media, è già possibile ricaricare fino all’80% della batteria in circa 25 minuti.

    I produttori dovrebbero poi impegnarsi ad adottare sistemi di accumulo standard per poter rendere scalabile e funzionale questo sistema, mentre gli utenti dovrebbero pagare un abbonamento a vita sulla batteria, considerando che questa non sarà di loro proprietà.

    Anche se risulta molto più pratica l’installazione delle tradizionali stazioni di ricarica, rimane interessante l’investimento di un colosso come Stellantis verso una tecnologia che, almeno per ora, ha visto come attori principali i produttori cinesi.


    Cosa ne pensi dell’investimento di Stellantis nel Battery Swap?

    Fonte

    0 0 voti
    Article Rating
    Iscriviti
    Notificami
    0 Commenti
    i feedback inline
    Vedi tutti i commenti
    ARTICOLI SIMILI

    Fotovoltaico: ottimizzatori di potenza o microinverter?

    Ottimizzatori di potenza e micro-inverter: analizziamo meglio i vantaggi, gli svantaggi e le differenze tra questi due prodotti per l'impianto fotovoltaico.

    Fiat svela 5 nuove concept car squadrate ispirate alla Panda

    Fiat ha appena presentato al Salone dell'Auto di Ginevra una nuova serie di concept car ispirate alla Panda, tra cui una nuova city car ed un pick-up.

    Polaris: ecco il prossimo UTV completamente elettrico

    Polaris sta continuando con il suo impegno verso il RANGER XP Kinetic completamente elettrico con un altro UTV elettrico, questa volta per la sua linea..

    Toyota stessa dimostra perché i motori a combustione di idrogeno non sono la risposta

    Ill canale YouTube Engineering Explained ha pubblicato un eccellente video sui motori a combustione di idrogeno liquido di Toyota. Un esempio da non copiare...
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    581FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    Il primo veicolo elettrico di Jeep arriverà negli Stati Uniti già a luglio, seguirà la Wrangler Recon elettrica

    Secondo il nuovo CEO, la produzione del primo veicolo elettrico di Jeep dovrebbe iniziare nel secondo trimestre, e le consegne a partire dal terzo trimestre.

    Il Ford F-150 Lightning elettrico fa il suo debutto in Norvegia

    Il Ford F-150 Lightning elettrico fa il suo debutto in Norvegia, rispondendo alla crescente domanda di veicoli elettrici a prestazioni elevate in Europa.

    Il riposo ripristina le prestazioni delle celle Litio-Metallo

    Le ricerche sulle celle al litio-metallo sono promettenti, potrebbero avere un impatto sulla durata del ciclo di vita dei pacchi batteria e sull’autonomia BEV.
    00:17:37

    Nuova Renault 5 elettrica – Video e caratteristiche in anteprima

    La risposta di Renault agli alti costi delle auto elettriche costruite in Europa è la piccola Renault 5 che ha debuttato oggi 26 febbraio al Salone di Ginevra.