banner chargesplit
- Pubblicità -
More
    HomeMezzi da lavoro elettriciCamion ElettriciTesla Semi dimostra prestazioni superiori ai camion ICE

    Tesla Semi dimostra prestazioni superiori ai camion ICE

    La Tesla Model S ha stravolto il mondo automobilistico con le sue tecnologie e con successo ha reinventato tutti gli aspetti dell’auto così come la conosciamo oggi, ma il marchio americano non si ferma qui, ora è il turno del Tesla Semi destinato a rivoluzionare il settore del trasporto merci. Per arrivare a questo obiettivo, il mezzo riprende la consueta ricetta del marchio statunitense rivedendo completamente certi aspetti del classico camion come per esempio la cabina, la posizione di guida centrale e le tecnologie di bordo di ultima generazione, ecc.

    Tesla semi dimostra prestazioni superiori ai camion ice | elettronauti. It
    Tesla semi il tir che riscrive il concetto di trasporto | elettronauti It

    Tesla Semi, un tir per “domarli tutti”

    Un nuovo video condiviso dal blogger di Twitter Zanegler, mostra come il propulsore elettrico di Tesla Semi superare tranquillamente i camion spinti dai motori diesel, sul valico di montagna, il Donner Pass.

    A seconda del carico che si sta trasportando, per un camion affrontare le pendenze ripide può seriamente diventare un problema. Prendiamo il caso in cui il conducente decide di sorpassare in salita un trattore con il suo lungo semirimorchio che sta occupando la corsia di destra, il nostro mezzo pesante si immette dunque sulla corsia di sinistra, ma per riuscire ad ottenere dal motore diesel la potenza di cui ha bisogno possono passare svariati minuti con la conseguenza di un rallentamento significativo del traffico automobilistico, che con la fretta che tutti ad oggi abbiamo, sono un’eternità.

    I camion elettrici possono risolvere questo problema, ne abbiamo un esempio clamoroso con il Tesla Semi, benché sia carico di materiale destinato alla Gigafactory nella Sierra Nevada, sorpassa diversi altri camion ad una velocità impressionante. Soprattutto è doveroso segnalare la considerevole pendenza in quel tratto di strada, compresa tra 7% e 16%.

    Tesla Semi guidato da un fan dei ZZ Top, affronta il Donner Pass e sorpassa 2 camion diesel | Elettronauti

    La casa automobilistica afferma che il Tesla Semi, a pieno carico, può accelerare da 0 a 96 km/h in circa 20 secondi e mantenere una velocità costante anche su pendenze ripide. Tre sono i motori elettrici che forniscono una coppia istantanea e una potenza senza pari a qualsiasi velocità, in modo che il conducente possa immettersi sulla corsia centrale e tenere il passo con il traffico. 

    I Tesla Semi dunque possiedono un’eccezionale potenza di coppia, che è quasi istantanea e sono impiegati non solo per eseguire dei test ma anche per il trasporto di merci tra la Tesla Gigafactory in Nevada, la fabbrica di Fremont in California e Lathrop.

    Tesla sostiene che ottenere un’accelerazione rapida è sinonimo di sicurezza, e con il vantaggio di non rallentare il traffico, rendendo anche il mezzo, più divertente da guidare.

    Elettronauti. It - categoria tesla

    Voi cosa ne pensate, siete d’accordo con l’opinione di Tesla? Curiosi di vedere dei Tesla Semi sulle nostre autostrade?

    Fonte

     


    Alan Murarotto
    Alan Murarotto
    tecnico meccatronico, formatore automotive, professionista della mobilità. Aiuto i lettori a districarsi nel labirinto delle dinamiche che governano la transizione energetica, dalla burocrazia agli aspetti legati alla guida di veicoli elettrici e non solo, con accenni tecnici per una visione a 360°.

    Al Nürburgring BYD sfida Ferrari con l’EV da 1.200 CV

    La nuova BYD Yangwang U9 è stata ripresa mentre sfrecciava al Nürburgring. La nuova supercar elettrica lascerà la Ferrari nella polvere, forse.

    La nuova Concept BST di Polestar. Debutto mondiale a Goodwood

    Polestar partecipa ancora una volta all'annuale Festival of Speed di Goodwood ed espone diversi modelli attuali e concept, tra questi il Concept BST.

    Urso: non servono incentivi all’elettrico ma al Made in Italy!

    Gli incentivi per auto elettriche 2024 sono andati esauriti in 24h. Ciò ha portato molti a farsi delle domande. Tra questi anche il ministro del Made in Italy.