carrozzeria musesti
- Pubblicità -
More
    HomeSharingAltroUsate i mezzi pubblici per non inquinare... dicevano...

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare… dicevano…

    Milano. È quasi il 2024. Quando si parla di lei la si prende sempre ad esempio come una città moderna e al passo con le altre metropoli europee. Niente di più sbagliato. E cosa c’entrano i mezzi pubblici? Ci arriveremo.

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Piazza gae aulenti a milano | elettronauti It

    Milano, caput mundi

    Milano è una città strana. 1,4 milioni di abitanti che diventano più di 3 milioni durante il giorno tra turisti e lavoratori che raggiungono il capoluogo lombardo dall’hinterland. C’è tanta storia, tanti musei, tante fiere, e tanti posti in cui divertirsi. 

    Capisco che i turisti ci vengano per visitare il Duomo, il Museo della Scienza e della Tecnica, Palazzo Reale, il Castello Sforzesco e tante altre fantastiche attrazioni che solo l’Italia e Milano possono offrire. Ma per chi Milano deve viverla tutti i giorni sta diventando un incubo. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Palazzo reale a milano | elettronauti It

    Nel corso degli anni si sono sempre succeduti momenti in cui i milanesi cercavo di scappare dal capoluogo lombardo ad altri in cui i cittadini dei paesi limitrofi cercano residenza nella capitale del nord Italia. 

    Però Milano è una città obiettivamente piccola se la si confronta con altre metropoli europee. La sua natura medievale si scontra spesso con la necessità di cambiamento che ormai da decenni dovrebbe essere attuata. 

    L’inquinamento e le strade

    Proprio per la sua conformazione, Milano, non offre una buona vivibilità a cittadini, turisti e lavoratori che viaggiano per il centro città. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Cercasi buche a milano | elettronauti It

    Le strade spesso hanno ancora il vecchio rivestimento in lastroni di pietra e binari del tram intervallati da profonde buche e lastroni sconnessi dagli altri. Questo rende molto difficile il viaggio in motorino, figuriamoci in monopattino o bicicletta, come vorrebbe la giunta comunale. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Servizio di bike sharing bikemi di atm | elettronauti It

    Perché sappiamo benissimo tutti come il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, insieme alla Giunta si schieri ripetutamente a favore di nuove norme poste a ridurre l’inquinamento cittadino che negli ultimi 10 anni ha raggiunto soglie indescrivibile alte. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Monopattini in sharing a milano | elettronauti It

    Area C

    L’Area C di Milano è la zona più interna del capoluogo. Da almeno un decennio impedisce il passaggio di migliaia di auto per il centro. Per chi ci vive è anche un balzello perché, se non ricordo male, ogni famiglia ha diritto ad una ventina di ingressi e uscite gratis. Poi, come per tutti i non residenti e i lavoratori che sono obbligati a passare di lì, entra in gioco la tassa d’ingresso che è stata recentemente aumentata a ben 7,5 €. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Varco di ingresso allarea c di milano | elettronauti It

    Area B

    Per non parlare dell’Area B. Entrata in vigore l’1 ottobre 2023 per diminuire l’accesso all’intera città, ha già fatto registrare il record di ingressi nei primi giorni. 

    Il bello dell’Area B, é che a differenza dell’Area C, copre l’intera area del comune con poche eccezioni, anche i parcheggi nelle zone periferiche di Milano che potrebbero essere prese d’assalto dai pendolari che vorrebbero accedere ai tram o alle metropolitane. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Varco di ingresso allarea b di milano | elettronauti It

    Quindi non si può neanche lasciare l’auto alle porte della città se essa non è idonea alla circolazione in area B (veicoli elettrici, veicoli a benzina Euro 3-4-5-6, veicoli diesel Euro 6). L’auto bisogna lasciarla nel proprio box. 

    Beh, dove starebbe il problema? Ci sono i…

    …Mezzi pubblici!

    In una città sempre più orientata a non fare muovere la gente con i mezzi propri la soluzione a tutti i problemi è relegata ai potenti mezzi pubblici di cui la città dispone. 

    Vi ricordiamo infatti che la zona interna, l’Area C, é a pagamento. La città intera è riservata solo alle auto inquinanti di ultima generazione o non inquinanti. Le biciclette ed i monopattini in centro sono ostacolate dalla pavimentazione e dalla mancanza di corsie destinate a questo mezzi, se si escludono poche vie come la ciclabile di corso Lodi, nuova ciclabile di dateo o una parte della circonvallazione interna che porta da corso di porta Romana a Brera. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Belle le ciclabili nuove a milano ma qui si esagera | elettronauti It

    Quindi a meno che non abbiate a disposizione un elicottero con un rampino, i vostri migliori amici diventeranno l’ATM e Trenord. 

    Per agevolare la cosa l’Azienda Trasporti Milanesi negli ultimi anni ha anche messo fine al caos dei biglietti a zone generiche grazie all’introduzione di nuovo biglietti a zone non generiche.

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Le nuove zone mi3 mi9 | elettronauti It

    Infatti se prima con un biglietto da 2 zone potevate viaggiare tra 2 paesi dell’hinterland lontano da Milano come tra due vicini, ora invece vi serviranno rispettivamente un biglietto MI 7 – Mi 8 e MI 4 – MI 5, ad esempio. Stampare 28 biglietti diversi, per tutte le combinazioni possibili, deve essere sembrata un’idea geniale. Ora però almeno sono incluse le tratte Trenord interne alla provincia.

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    I nuovi biglietti atm | elettronauti It

    Uno sciopero al giorno toglie il medico di torno

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Sciopero della metropolitana fonte milanotoday | elettronauti It

    Una volta si diceva che uno sciopero era un evento eccezionale per mostrare ai restanti cittadini che qualcosa non funzionava all’interno di un’azienda pubblica o privata. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Ennesimo sciopero dei treni | elettronauti It

    Ora sembra che un giorno senza uno sciopero sia l’eccezione. Ho cercato di contare i vari scioperi che ci sono stati in questo 2023 tra il personale atm e quello Trenord. 

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    per i treni di qua | elettronauti It

    Il numero di giorni di sciopero si attesta ad almeno 50 dall’inizio del 2023, pari al 15% dei giorni passati. Se si considera che gli scioperi non vengono di certo fatti il sabato e la domenica si può capire che danno arrecano questo eventi a cittadini e lavoratori, oltre alla figura di M che ci facciamo con gli stranieri. A questi scioperi hanno preso parte congiuntamente il personale ATM e Trenord oppure a volte solo i primi o solo i secondi. Con scioperi durati anche 24h o più.

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Dis servizi pubblici | elettronauti It

    Milano come punto di riferimento italiano

    Se poi si considera che quando i mezzi ci sono, spesso sono vecchi, sporchi e di capienza non adatta a supportare la mole di gente che vorrebbe salirci ci sarebbe da chiedersi come si pensa di voler diventare il fiore all’occhiello dell’Italia intera e al pari delle grandi città europee se non si comprende che bisogna avere un piano, ben variegato e consistente a favore della riduzione dell’inquinamento e all’utilizzo dei mezzi meno inquinanti, prima di imporre i divieti.

    Non si può puntare il dito sulle auto inquinanti quando se per qualche motivo ci si muove tra l’1 di notte e le 7 del mattino spesso non ci sono mezzi per muoversi.

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    Uno degli ultimi incidenti in cui ha perso la vita un ciclista | elettronauti It

    Non si può puntare il dito sulle auto in generale se poi è impossibile usare i propri mezzi senza il rischio di sfasciarli o peggio, essere investiti

    Usate i mezzi pubblici per non inquinare... Dicevano... | elettronauti. It
    A milano si verifica 1 incidente in monopattino elettrico ogni 22 in auto | elettronauti It

    Cercare di fare un transizione mettendo divieti senza dare vere alternative sarebbe come obbligare tutti all’auto elettrica senza dotare i centri città di molteplici colonnine. Oops.

    1 1 vota
    Article Rating

    1 COMMENT

    Iscriviti
    Notificami
    1 Comment
    i feedback inline
    Vedi tutti i commenti
    Marco RossiD
    Marco Rossi
    2 mesi fa

    Tanti sono quelli innamorati di Milano. Non ho mai capito perché. Quando ne incontro uno che è tutto in adorazione per Milano mi fa venire in mente un cliente che entra in un ristorante stellato e chiede tutto speranzoso e con gli occhi sbrillucicanti al cameriere se lì può ordinare la pasta al pomodoro. Per dire, sì Milano, ok, ma c’è di meglio in Italia, molto di meglio …

    A Milano spostarsi in un’auto è un incubo anche solo per il parcheggio e il traffico. Altrimenti tocca viaggiare in piedi su un autobus o su un tram, aggrappato a qualche maniglia, circondato da estranei, rumori, puzze dove il “pezzo medio” è quello in giacca e cravatta con la ventiquattrore e aria da trader lupo di Wall Street.

    Mah, dove vivo faccio tutto in auto, parto, zero traffico (zero!), arrivo dove devo arrivare, parcheggio lì sotto, città a misura d’uomo, zone verdi, inquinamento zero, stress umano … mah!

    ARTICOLI SIMILI
    Federico Fumagalli
    Federico Fumagalli
    Sono un appassionato di auto sin dal primo GranTurismo del 1996. Ed è proprio il mio amore per le auto che mi ha spinto ad appassionarmi alle auto elettriche. Il mondo cambia, la tecnologia si evolve, e se si rimane indietro spesso è un male. Tecnologia, mobilità e ambiente saranno i temi di cui vi parlerò. Non dovremo essere d’accordo ma almeno ragionarsi su!

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas

    Tesla incrementa la produzione del Cybertruck mentre aumentano le consegne e una grande flotta viene avvistata presso Gigafactory Texas.

    E se un giorno gli astronauti mangiassero “riso di manzo” coltivato?

    Dalla Corea arriva una nuova invenzione particolare. Si tratta di un ibrido composto da carne di manzo coltivata sui chicchi di riso.

    Scout Motors apre il cantiere statunitense dove costruirà i suoi pick-up off-road completamente elettrici

    Scout Motors ha raggiunto un importante traguardo con l'apertura nella Carolina del Sud del suo futuro centro di produzione di pick-up elettrici.

    La neve per pochi è un emblema del cambiamento climatico in atto

    Se guardiamo la neve, i ghiacciai e le montagne il cambiamento climatico si fa più "consistente" e visibile.
    25,000FansLike
    12,000FollowersFollow
    7,500FollowersFollow
    9,000FollowersFollow
    581FollowersFollow
    115,000SubscribersSubscribe

    Rivian crolla del 25% in un giorno

    Elon Musk lo aveva predetto, e se parla di BEV va ascoltarlo. Stiamo parlando di Rivian, il produttore di pick-up elettrici, quindi rivale di Tesla Cybertruck.

    Mercedes troppo ottimistica sull’elettrico. Punti di vista?

    L'azienda tedesca Mercedes avrebbe rivisto i piani per il futuro, come già fatto da altre compagnie tedesche quali BMW, Volkswagen e Audi.

    Il lato oscuro del limite dei 30 km/h

    Città a 30 km/h? Non sono tutte rose e fiori. Mettiamo a confronto i risvolti positivi rispetto ai nascosti risvolti negativi.

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni ’20

    Sony e Honda uniscono le forze nella corsa verso i veicoli elettrici: tre modelli previsti entro la fine degli anni '20, una berlina, un SUV ed una compatta.